Gli incendi devastano l'Oregon, negli Stati Uniti: i video

L'assenza di umidità e la presenza di forti raffiche di vento hanno alimentato gli incendi che si sono sviluppati in modo importante in Oregon, Arizona e California. Durante un'operazione di salvataggio nella contea di Mohave, due Vigili del Fuoco sono morti.

I Vigili del Fuoco e le unità antincendio degli Stati Uniti occidentali hanno combattuto a lungo contro le fiamme per contenere e spegnere gli incendi che hanno infuriato nel nord della California e nelle aree circostanti. Centinaia di squadre e diversi velivoli sono stati schierati nel tentativo di controllare le fiamme alimentate dai venti intensi e dalla mancanza di umidità. Un aereo di soccorso ha avuto complicazioni durante un'operazione nella contea di Mohave, in Arizona, e si è schiantato. In questo sfortunato evento sono morti due vigili del fuoco. L'aereo stava monitorando l'incendio del Cedar Basin vicino a Wikieup, ha riferito l'Arizona Bureau of Land Management a una televisione locale.

L'incendio è stato causato da un fulmine

Le autorità degli Stati Uniti occidentali hanno riferito che l'incendio è stato causato da un fulmine. Allo stesso modo, ai residenti della California è stato chiesto di ridurre l'uso di energia poiché la rete elettrica nello stato era sottoposta a sforzi eccessivi. Le fiamme hanno minacciato le linee elettriche che forniscono questo servizio, da qui il motivo della richiesta di razionamento e riduzione dell'uso del consumo. Fortunatamente le reti sono rimaste stabili e l'"allerta flessibile" è stata revocata nella notte del 10 giugno. Quello stesso giorno è emerso che nella Valle della Morte, nel deserto di Mohave, in California, il valore della temperatura ha recentemente raggiunto un record massimo di 53°C.