Allarme fiumi per l'inverno 2020 secco, attesa per la pioggia di Marzo

Si sta chiudendo un mese di febbraio 2020 eccezionalmente caldo (al termine di un inverno che ha già battuto molti record) e piuttosto secco. Al nord è emergenza fiumi, specialmente per il Po, ma anche i fiumi del Centro soffrono. Attesa per le piogge di marzo. Basteranno a cambiare la situazione?

In Italia si chiude un febbraio 2020 particolarmente caldo per il periodo, nel quale abbiamo assistito a fioriture anticipate. Siamo inoltre quasi alla fine di un inverno insolitamente secco, con poche precipitazioni. I fiumi ne risentono: al nord preoccupano i livelli idrometrici del fiume Po, sotto la media stagionale per la quasi assenza di precipitazioni nei mesi di gennaio e febbraio. Anche a Roma si fa notare il basso livello dei fiumi Tevere e Aniene, rimasto così per tutta la stagione invernale. E non sono bastate le brevi e scarse ultime piogge delle ultime ore. Le cose stanno per cambiare. I modelli meteo confermano: arrivano piogge più abbondanti proprio a inizio marzo.