Previsioni meteo per la settimana: alta pressione, ma al Sud torna il freddo

Per tutta la settimana l'anticiclone dominerà la scena meteo sull'Italia. Al Sud nel prossimo weekend arriverà aria più fredda da Est.

Michele Conenna Michele Conenna 18 Feb 2019 - 05:51 UTC
Nebbie e nubi basse a causa dell'Anticiclone delle Azzorre
Nebbie e nubi basse a causa dell'Anticiclone delle Azzorre

E' come se l'inverno si fosse presa una pausa. Osservando ed analizzando gli ultimi aggiornamenti dei modelli fisico matematici sembrerebbe proprio così. La causa è da attribuire al possente Anticiclone delle Azzorre che si è posizionato sull'Europa Centro-Occidentale bloccando le perturbazioni in arrivo da Ovest e il freddo che continua a scivolare sui Balcani. Una situazione non di certo nuova, ma data la sua persistenza comincia a destare un po' preoccupazione sopratutto nell'ottica dell'assenza delle precipitazioni (specie al Nord) e la pessima qualità dell'aria a causa di una sorta di "cappa".

L'Anticiclone protagonista assoluto da Nord a Sud

In questa settimana quindi non aspettiamoci novità eclatanti: avremo ancora sole e nebbie. Nel dettaglio, lunedì 18 Febbraio tempo soleggiato su tutta la penisola con qualche nube in più su versante tirrenico dalla Liguria fin verso la Calabria. In aggiunta si presenteranno le prime nebbie o foschie intense sulla Val Padana Orientale (Emilia Romagna e Veneto). Sul versante Adriatico invece tanto sole e nessuna nube. Le temperature sono previste in aumento specie nei valori massimi con picchi di 18°-19° su Lazio e Sardegna. Anche martedì 19 e mercoledì 20 Febbraio l'azione dell'Anticiclone non darà cenni di debolezza, anzi, avremo ancora giornate soleggiate su tutte le regioni eccezion fatta per la pianure del Nord dove la nebbia sarà fitte anche per tutto il corso della giornata. Diverso discorso per le Alpi dove ci sarà tanto sole e temperature primaverili. Bello con qualche nube innocua in transito su tutto il Centro-Sud.

Qualche piccolo cambiamento avverrà a partire da giovedì 21 Febbraio quando la bolla anticiclonica si spingerà più a Nord lasciando un po' scoperte le regioni meridionali. Per tali motivi avremo ancora nebbie fitte al Nord e sulle valli del Centro Italia mentre al Sud ci sarà un aumento progressivo delle nubi con passaggio a cielo nuvoloso entro sera su Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia, ma senza piogge.

Aria fredda dai Balcani al Sud

Le precipitazioni, seppur deboli, arriveranno venerdì 22, sempre al Sud per via di un flusso di aria fredda che raggiungerà i Balcani e poi si dirigerà verso Grecia e Turchia, sfiorando le regioni adriatiche. Prevediamo quindi ancora tanto sole al Nord, poche nubi al Centro e piovaschi sparsi su zone interne Campane, Lucane e Pugliesi. Piovaschi sulla Calabria Jonica e Sicilia Orientale. Oltretutto al Sud si avvertirà un discreto calo delle temperature per aria più fredda di arrivo dai Balcani alimentata da venti forti fino a 70-80 km/h.

Nel prossimo weekend (incertezze previsionali a parte), si prevedono giornate soleggiate al Centro-Nord, ma ventose. Al Sud giungerà un impulso freddo ed instabile che determinerà qualche breve nevicata, sabato 23, su Basilicata e Calabria, dai 350/400 metri di quota. Anche domenica ancora Italia spaccata in due con primavera al Nord e inverno al Sud con deboli precipitazioni nevose fino a quote di bassa collina, 100-200 metri. Il tutto sarà accompagnato da venti forti di grecale e tramontana con mari in burrasca, specie basso Adriatico e Jonio dinnanzi alle coste calabro-lucane.

Questa è la situazione prevista per tutta la settimana. Per il futuro non si intravedono nè perturbazioni nè ondate di gelo. Anzi, la primavera potrebbe mostrare i muscoli molto presto. Ne riparleremo in un prossimo editoriale.

Pubblicità