La primavera si traveste d'inverno con freddo e maltempo

Dopo un inizio marzo di primavera anticipata, un'irruzione di aria artica convoglierà verso le regioni centro-meridionali aria fredda: freddo e neve a bassa quota, mentre al Nord il tempo sarà instabile con il ritorno delle piogge.

Michele Conenna Michele Conenna 11 Mar 2019 - 07:24 UTC
fiori-neve
Perturbazione passeggera sull'Italia, con neve sull'Appennino.

La settimana che ci apprestiamo a vivere sarà particolarmente dinamica con sbalzi termici improvvisi caratterizzati dal ritorno dell'inverno che produrrà nevicate a bassa quota lungo il versante adriatico. Al Nord e sulle regioni tirreniche tra una giornata instabile e una più soleggiata ci sarà spazio ancora per temperature tipicamente primaverili. E' questo il quadro che si delinea per tutta la settimana. In modo particolare, i primi giorni saranno caratterizzati da temperature più fredde e sotto la norma (almeno fino a mercoledì), poi ci sarà un discreto ma esteso aumento delle temperature da Nord a Sud.

Neve sull'Appennino centrale

Nel dettagli per lunedì 11 Marzo, al Nord sarà abbastanza soleggiato con qualche rovescio isolato sul Veneto e Romagna. Invece ci sarà un netto peggioramento del tempo al Centro e al Sud. Prevediamo l'arrivo di temporali, dal pomeriggio, su Marche, Abruzzo e Molise con neve dapprima dai 1000 metri di quota, poi in crollo fino a 400-500 metri. Gli accumuli varieranno dai 5 ai 25 cm con punte di 30 cm sull'Appennino. Il transito del fronte freddo dopo aver interessato il centro Italia si dirigerà verso Sud coinvolgendo anche Puglia, Basilicata, Campania e Calabria.

Su quest'ultime regioni avremo piogge sparse con locali temporali e grandinate. La neve cadrà a quote collinari (dai 500 metri) su Potentino, Daunia, Gargano. Città come Potenza e Campobasso saranno imbiancate da una coltre nevosa di qualche cm. Il peggioramento insisterà per tutta la notte tra Lunedì 11 e Martedì 12 Marzo. E quindi anche nella giornata di Martedì 12 avremo condizioni spiccatamente invernali al Sud con nevicate (deboli) in collina su Puglia, Basilicata e Calabria, ultime piogge altrove. Al Nord invece giornata soleggiata ma fredda con valori sotto lo zero di notte. Un miglioramento è atteso anche al sud dal pomeriggio con passaggio a cielo sereno ovunque ma con venti di burrasca di Maestrale lungo l'adriatico con raffiche fino a 70-80 km/h.

Da Mercoledì 13 Marzo qualcosa inizierà a cambiare anche al Nord. Da Ovest si avvicinerà una perturbazione che al mattino dispenserà piogge in Liguria e Toscana con temporali su settori Nord-Occidentali della Sardegna. Altrove tempo stabile e soleggiato ma dal pomeriggio il tempo peggiorerà su tutto il resto delle regioni centrali con piogge in arrivo su Lazio (anche a Roma), Abruzzo, Marche, Campania e Molise con nevicate in Appennino oltre i 1400 metri.

Le previsioni meteo per questa settimana

In serata, mentre migliorerà al Centro-Nord il peggioramento si sposterà al Sud e quindi, dalla mattinata di Giovedì 14 Marzo registreremo piogge su Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia settentrionale con temporali su Appennino Lucano-Molisano. Registreremo un deciso abbassamento delle temperature con il ritorno delle nevicate in montagna. Si tratterà però di un veloce peggioramento perchè già da Venerdì 15 Marzo avremo beltempo su tutta l'Italia eccetto la Campania e la Calabria tirrenica dove ci saranno ultimi rovesci e le Alpi dove nevicherà abbondantemente olte i 1300 metri. I venti saranno sostenuti su tutti i bacini ma le temperature in lieve rialzo rispetto ai giorni precedenti.

Weekend di primavera ma peggiora al Nord

Nel weekend invece, tra sabato 16 e domenica 17 Marzo, tornerà in auge la primavera regalandoci tempo stabile e soleggiato con punte superiori a 20°C. Al Nord invece, da domenica, arriverà un peggioramento da Ovest che porterà nuvolosità diffusa e piogge dal pomeriggio ad iniziare dal Piemonte in estensione verso Lombardia, Liguria e poi tutte le regioni fin verso il Centro-Italia. Nella prossima settimana si alterneranno ancora deboli perturbazioni a periodi più caldi. Siamo in primavera ed è giusto che la stagione sia capricciosa ma allo stesso tempo regali giornate da tutto rispetto con valori quasi estivi.

Pubblicità