Pronti per la neve? Ecco dove e i dettagli

Grande attesa negli ultimi giorni per le nevicate in pianura e a bassa quota, ma stavolta sembra proprio ci siamo. Approfondiamo insieme cosa succederà.

Luca Lombroso Luca Lombroso 16 Dic 2018 - 02:53 UTC
Neve-pianura-nord-16-dicembre-2018
Neve in arrivo anche in pianura! Ecco dove ed i dettagli di questo primo grande episodio invernale

La neve è un fenomeno affascinante ma difficile da prevedere. Per questo motivo siamo sempre stati cauti al riguardo, per non creare allarmismo, false aspettative o viceversa timori. Stavolta però ci siamo, a poche ore di distanza ci sentiamo di sbilanciarci.

Negli ultimi due giorni un anticiclone con massimo sulla Scandinavia ha convogliato aria fredda continentale. Aria fredda si ma non gelida, insomma non è altro il normale inverno a cui forse non siamo più abituati. Ora avanza una perturbazione atlantica e al suo transito si associa la formazione di un minimo che dal medio-alto Mar Tirreno transiterà verso l’Adriatico.

Cosa sta succedendo

Queste sono condizioni classiche per le nevicate in pianura al nord, soprattutto fra basso Piemonte ed Emilia, in misura minore Lombardia e Veneto; anche al centro neve a bassa quota, ma non in pianura. Come ovvio ci saranno differenze anche notevoli nella distribuzione, intensità e tipo di fenomeni fra le varie regioni e anche all’interno di esse.

Un anticiclone sulla Scandinavia, con massimo 1040 hPa, convoglia aria fredda prima della perturbazione atlantica osservabile già vicino le Alpi

Cosa succederà

Domenica 16 dicembre prime nevicate già al mattino su Alpi Marittime, basso Piemonte in pianura e Appennino ligure a bassa quota, ma non sulla costa. Sarà solo verso sera però che la neve si estenderà a molte altre zone del nord, cadendo in pianura da Torino a Bologna. Qualche fiocco anche a Milano, che però sarà al margine della fascia di precipitazioni. Precipitazioni assai scarse o assenti sulle Alpi centro-orientali.

Nella notte fra domenica e lunedì nevicate su tutta l’Emilia, anche fitte fra Parma e Imola, mentre sarà più debole sulla pianura Lombarda e Veneta. Confine nord della neve al suolo indicativamente poco a nord del Po. Le città prealpine, come Brescia e Verona saranno al margine o più probabilmente fuori dalla fascia di precipitazioni.

Confine est grosso modo fra Ferrara e Forlì, difficilmente sulla costa romagnola si vedrà neve. Forti nevicate sull’Appennino Tosco Emiliano, in estensione anche su quello marchigiano, dove la neve scenderà fino a 400-600 m, non sulla costa. Gradualmente la neve si estenderà, ma meno intensa, anche al resto dell’Appennino centrale, su Abruzzo e Molise oltre 800-1000 m. Al sud, temporali in arrivo fra lunedì pomeriggio e martedì, con qualche nevicata sulle montagne più alte della Basilicata e Calabria, e sull’Etna.

Quanta neve cadrà?

Azzardato e forse anche poco utile fornire la quantità esatta al suolo, proviamo dunque a dare una stima di massima. Torino e Milano al più modestamente imbiancate, più neve al suolo nel basso Piemonte, mentre la vera favorita dalla nevicata sarà l’Emilia, questa infatti è la classica situazione in cui si innesca, a ridosso dell’Appennino, il fenomeno detto cold air damming, diga di aria fredda. Bella nevicata anche sull’Appennino Ligure, e abbondante su Appennino Tosco Emiliano e anche Marchigiano. Meno neve invece su quello centrale.

Cosa fare in caso di neve

Approfondiremo l’argomento, intanto ricordiamo, ovvio, di evitare gli spostamenti in automobile. Soprattutto, lunedì mattina diverse città del nord si sveglieranno con fitte nevicate e l’ora di punta del traffico potrebbe risultare critica per i pendolari. Per spostamenti più lunghi preferite il treno, armandovi di pazienza in caso di ritardi. Una curiosità, se viaggiate in direzione Torino-Milano-Rimini potrete osservare gli effetti diversi della perturbazione, con la neve al suolo che aumenterà da ovest a est, raggiungendo la massima consistenza nell’Emilia centro-orientale e calando fino a sparire verso la costa. Consultate gli allerta meteo nel nostro sito (fonte servizi meteo europei) e quelli regionali di Protezione Civile.

Pupazzi di neve

Come fare un perfetto pupazzo di neve? Ne parleremo, stiamo studiando apposite istruzioni per l’uso.

Pubblicità