ilmeteo.net

Tempesta solare estrema, le tracce in una carota di ghiaccio

Tracce di una tempesta solare estrema sono state trovate in alcune carote di ghiaccio prelevate in Groenlandia e nell’Antartide. L'evento sarebbe avvenuto 9.200 anni fa. Ecco i risultati dello studio. Cosa accadrebbe con un evento del genere oggi?

tempesta solare
Tracce di una tempesta solare eccezionale sono state trovate in alcune carote di ghiaccio prelevate in Groenlandia e nell'Antartide.

Tracce di una grande tempesta solare, una delle più intense mai avvenute, sono state trovate da un team di ricercatori nelle carote di ghiaccio della Groenlandia e dell’Antartide. Secondo uno studio, pubblicato lo scorso gennaio su Nature Communications, si tratta di uno degli eventi più intensi mai rilevati e sarebbe avvenuto circa 9200 anni fa.

Nel corso delle tempeste solari, il Sole espelle grandi quantità di particelle energetiche (SEP) che possono reagire con i componenti dell'atmosfera della Terra e produrre radionuclidi cosmogenici, come il berillio-10, il cloro-36 e il carbonio-14. Lo studio ha misurato, nelle carote di ghiaccio della Groenlandia e dell'Antartide, i dati di 10Be e 36Cl rilevando uno dei picchi di produzione di 10Be e 36Cl più grandi mai rilevati finora.

"Quando misuriamo i radionuclidi nelle carote di ghiaccio, se troviamo picchi in berillio e cloro - ha spiegato a Media Inaf (Istituto nazionale di astrofisica) Chiara Paleari, dottoranda all’università di Lund e prima autrice dello studio - possiamo dire che siamo di fronte a una tempesta solare. Ci devono essere entrambi, non si può avere la certezza avendo trovato solo picchi in berillio poiché questi possono essere causati anche da altri fenomeni, come le eruzioni vulcaniche", aggiunge.

Tempesta solare estrema circa 9200 anni fa

Probabilmente questo picco è stato prodotto da una tempesta solare estrema che ha colpito la Terra circa 9200 anni fa. Tra quelle finora scoperte e ricostruite, riporta il sito dell'Istituto nazionale di astrofisica, questa si contende il primato con un’altra tempesta eccezionale avvenuta nel 774/5 d.C, possibile spiegazione del picco del carbonio-14 osservato negli anelli di accrescimento di esemplari di alberi antichissimi in Giappone.

Cosa accadrebbe se una tempesta solare così forte colpisse oggi la Terra?

Tempeste solari intense sono avvenute anche in epoca recente, ma quella emersa dallo studio delle carote di ghiaccio è ben più importante. Un simile evento avrebbe certamente grandi conseguenze sulle nostra società, fortemente dipendenti dalle telecomunicazioni e dall'uso di satelliti. Uno dei primi effetti di queste tempeste si ha infatti sui satelliti. da tempo si parla anche di un possibile "blackout globale" di Internet a seguito di un evento particolarmente intenso.


Una delle tempeste geomagnetiche più grandi e la più recente mai osservata dagli astronomi è quella del 1859, conosciuta come evento di Carrington. Questa potente tempesta generò aurore boreali che furono visibili anche a Roma, e portò al collasso del sistema di telecomunicazioni di allora, che era basato sul telegrafo. I cavi che trasportavano le informazioni a distanza si fusero, e ci fu un vasto blackout informativo in un mondo che ancora era ben lontano dall'iper-connessione di oggi. Un evento del genere, oggi, avrebbe conseguenze ben maggiori.