Ciclone colpisce l'Africa sud-orientale: almeno 150 vittime

Un ciclone di categoria 4 ha colpito l'Africa sud-orientale: pesanti danni e almeno 150 vittime in Mozambico, Malawi e Zimbabwe. Ci sono centinaia di dispersi e molte località sono isolate. Molte vittime per il maltempo anche in Indonesia.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 17 Mar 2019 - 11:40 UTC
ciclone
Un ciclone tropicale ha causato pesanti danni nell'Africa sud-orientale. (foto di archivio)

Pesanti le conseguenze di un ciclone che ha colpito Mozambico, Zimbabwe e Malawi. Il ciclone, classificato di categoria 4, ha provocato almeno 150 vittime e centinaia di dispersi. Ci sarebbero decine di migliaia di persone isolate a causa delle strade interrotte e dei ponti crollati. Questo, nelle aree rurali più povere ed isolare. Le piogge torrenziali portate dal ciclone hanno causato danni molto pesanti, con alluvioni, frane, case scoperchiate, linee dell'elettricità e del telefono fuori servizio.

Pesanti gli effetti del ciclone Idai in Mozambico, Zimbabwe e Malawi

Il ciclone Idai, così è stato battezzato, ha avuto un forte impatto in un'area dove vivono un milione e mezzo di persone. La località più colpita stando alle ultime informazioni è Beira, città portuale del Mozambico: qui è stato chiuso l'aeroporto, non c'è elettricità e molte case sono state distrutte. I venti fortissimi hanno scoperchiato i tetti di molte abitazioni, ci sono state frane, alluvioni. La maggior parte delle vittime si concentra, secondo i dati arrivati fino ad ora, nella località di Chimanimani. Almeno 50 giovani sarebbero rimasti intrappolati nel salone della mensa della loro scuola a causa di una frana, prima di esser messi in salvo. Nel distretto di Chimanimani ci sarebbero oltre cento dispersi.

L'allerta per l'arrivo del super ciclone era stata diramata da giorni, ma ampie fasce di popolazione non dispongono dei mezzi per essere informate, oltre a vivere in quartieri informali e abitazioni di fortuna, che garantiscono ben poca sicurezza di fronte a questi eventi.

Non solo in Africa sud-orientale: anche in Indonesia

Il maltempo non sta colpendo soltanto questa zona dell'Africa sud-orientale: anche nella provincia indonesiana di Papua, sull'isola oceanica della Nuova Guinea, ci sarebbero molte vittime a causa del maltempo. Almeno 50 morti per le inondazioni improvvise e per le frane causate dalle piogge torrenziali in questa zona dell'Indonesia. Si contano almeno quattromila sfollati. Particolarmente colpito il distretto di Jayapura dove le piogge torrenziali e le conseguenti alluvioni lampo hanno distrutto strade e ponti, ostacolando inoltre gli sforzi dei soccorritori.

Infine, è pesante anche la situazione negli Stati Uniti centro-settentrionali, dove il maltempo ha causato danni. Un ciclone ha causato molteplici danni in Nebraska, uno degli stati più colpiti. Ci sono state inondazioni e si segnalano vittime.

Pubblicità