Incredibile, un fulmine ha colpito una casa distruggendo il gabinetto!

È successo in Oklahoma, negli Stati Uniti. Nel bel mezzo di una violenta tempesta, un fulmine è entrato attraverso la presa d'aria del tetto e ha finito per distruggere il gabinetto. Fortunatamente, non ci sono stati feriti o altri danni alla proprietà.

fulmine gabinetto Oklahoma
Il gabinetto distrutto, dopo il fulmine.

Un'impressionante tempesta elettrica si è verificata mercoledì scorso, 4 maggio, nella città di Okmulgee, situata nello stato dell'Oklahoma negli Stati Uniti, con conseguenze mai riportate prima: un fulmine ha colpito una casa e distrutto, in particolare, un gabinetto. Ad annunciare l'evento i vigili del fuoco locali, che hanno risposto a un appello sull'impatto di un fulmine caduto all'interno di una casa. Fortunatamente non c'erano persone all'interno dell'abitazione al momento dell'impatto, anche se i danni sono avvenuti in un momento inopportuno, poiché presto sarebbe stata affittata. Come spiegato dai media statunitensi, dalla giornalista Brooke Griffin, il fulmine è entrato attraverso la ventilazione del soffitto e ha proseguito verso il wc, rompendolo completamente.

Un altro dato che la squadra dei vigili del fuoco ha diffuso è che non avevano mai ricevuto una chiamata del genere prima. All'interno del bagno il gabinetto era distrutto e sulle pareti si potevano vedere macchie nere causate dal calore del fulmine. Per fortuna la proprietà era vuota. L'incendio dopo l'impatto non è riuscito a propagarsi ad altre parti della casa, perché i vigili del fuoco sono riusciti a spegnerlo rapidamente quando sono arrivati.

Fulmini pericolosi

Ogni giorno circa 8.600.000 di fulmini colpiscono la Terra, di cui una frazione significativa colpisce aree popolate o luoghi in cui potrebbero esserci persone. La minaccia che rappresentano per la vita può essere mitigata se vengono attuate una serie di raccomandazioni e precauzioni di base da adottare in presenza di un temporale. Se ci si trova all'aperto è importante non sostare in prossimità di oggetti alti e isolati che fungono da "effetto puntiforme", accorciando la distanza tra la superficie e la nuvola e facilitando il percorso dei fulmini. Un tipico esempio da evitare è stare vicino a un albero in mezzo a un campo. Se ci troviamo in questa situazione è consigliabile accovacciarci, con le mani dietro la nuca, adottando la posizione fetale.

Nel caso in cui ci si trova protetti all'interno di un'abitazione, un ufficio o un'attività, è consigliabile, indipendentemente dal fatto che disponga o meno di una protezione parafulmine, di chiudere porte e finestre, nonché di evitare il contatto con l'acqua corrente; durante i temporali non è un buon momento per fare la doccia o lavare i piatti.

Fulmini: i recenti record mondiali

I fulmini sono un fenomeno naturale sempre più oggetto di studio nella comunità scientifica, dovuto in gran parte ai notevoli progressi degli ultimi anni nei sistemi di rilevamento e monitoraggio terrestri e satellitari. Di recente, l'Organizzazione meteorologica mondiale ha verificato e convalidato due nuovi record di fulmini. Da un lato, il più lungo, della durata di oltre 17 secondi, prodotto durante un temporale nel 2020 tra Argentina e Uruguay; dall'altro, la distanza più lunga percorsa, di 768 km nel sud degli Stati Uniti anche nel 2020.