La Luna piena, chiave nella liberazione della nave nel Canale di Suez

Il gigante da 200mila tonnellate è stato finalmente disincagliato nel Canale di Suez dopo una manovra complessa nella quale ha influito anche il nostro satellite naturale. Guarda il video!

Quasi una settimana dopo che l'Ever Given si è arenata nel Canale di Suez interrompendo la circolazione di oltre un decimo del commercio mondiale, il cargo è stato finalmente liberato. Dopo un'operazione che ha coinvolto 11 rimorchiatori portuali e 2 potenti rimorchiatori marittimi, la nave è stata completamente disincagliata per poi essere rimorchiata a nord verso il Grande Lago Amaro in Egitto dove è stata sottoposta ai controlli di sicurezza.

I rimorchiatori hanno lavorato per diversi giorni, utilizzando cavi o lavorando direttamente affiancati al cargo, per separarlo dai banchi di sabbia su entrambi i lati del canale. Mentre i rimorchiatori lottavano per spostare la nave sono state introdotte draghe per scavare il fango e la sabbia sotto la prua e la poppa della nave.

Si stima che in totale siano stati dragati circa 30.000 metri cubi di sabbia. Un altro fattore chiave in questa operazione è stato quello del nostro satellite naturale, la Luna. La Luna si presentava in questi giorni nella sua fase completa ed ha fatto salire la marea. Proprio in questi giorni sono state registrate le alte maree più alte di tutto il mese, aiutando nel processo di liberazione della nave.

L'Autorità del Canale di Suez ha avvertito che potrebbero essere necessari fino a tre giorni per smaltire il traffico arretrato di navi bloccate ad entrambe le estremità della rotta, anche se Maersk, la principale compagnia di navigazione che opera sul canale, ha affermato che l'intasamento potrebbe richiedere "sei giorni o più "per essere risolto.