ilmeteo.net

Lo storico impatto della sonda DART su un asteroide: ecco com'è andata

Abbiamo assistito ad un evento storico riguardante la difesa del nostro pianeta, contro il possibile impatto degli asteroidi. Così è stato lo schianto della navicella DART sull'asteroide Dimorphos, nel suo obiettivo di cambiarne l'orbita.

Per alcuni emozionante, per altri spaventoso. Questi sono stati gli ultimi secondi dell'avvicinamento della navicella spaziale della missione DART (Double Asteroid Redirection Test) della NASA per i milioni di persone che hanno seguito, in diretta, la trasmissione dell'impatto di questo primo test "reale" per la difesa planetaria. Il centro di comando della missione è stato pieno di salti di gioia e applausi quando questa prima parte della missione è stata portata a termine con successo.

Le fasi si sono svolte secondo i piani e pochi secondi prima delle 20:15 (UTC-3), la navicella DART si è scontrata contro l'asteroide Dimorphos.

Le immagini di avvicinamento sono di dettaglio spettacolare, ed è stato possibile osservare parte della superficie e delle forme di Didymos, mentre la navicella spaziale avanzava su un'accurata traiettoria di impatto verso Dimorphos, il più piccolo di questo sistema di asteroidi binari.

Adesso la missione che ha colpito un asteroide a 11 milioni di chilometri dal nostro pianeta sta passando a una nuova fase, nella quale i dati ottenuti devono essere studiati per verificare se è stato possibile deviare con successo l'orbita di Dimorphos. Questo è stato un grande passo avanti nella difesa del nostro pianeta da potenziali impatti di asteroidi che potrebbero metterci in pericolo in futuro.