Tsunami in Indonesia, l'onda spazza via il concerto

Uno tsunami ha colpito le coste dell'Indonesia, fra le isole di Giava e Sumatra. Ci sono centinaia di vittime. Lo tsunami ha investito anche gli spettatori di un concerto rock.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 23 Dic 2018 - 16:35 UTC

Uno tsunami ha colpito nelle scorse ore l'Indonesia, nella zona dello stretto della Sonda, braccio di mare che separa le isole di Giava e Sumatra. Al momento il bilancio è di oltre duecento vittime, ed i feriti sono 843. Il bilancio però, secondo le autorità locali, è destinato ad aumentare. Sta facendo il giro del mondo un video in cui si vede l'onda di tsunami abbattersi su un concerto rock che si stava tenendo in riva al mare. L'impatto sui musicisti e sugli spettatori è stato molto violento e ci sono state decine di morti, anche fra i membri della band Seventeen.

Lo tsunami non è stato causato come in passato da una forte scossa di terremoto, ed anche i sistemi di allerta sono rimasti "spiazzati": il maremoto sarebbe stato provocato dall'eruzione del vulcano Anak-Krakatau e dalla concomitanza con l'alta marea. Le eruzioni vulcaniche violente infatti, provocano frane sottomarine che possono generare tsunami. È quanto accadde, in misura per fortuna molto più ridotta, il 30 dicembre del 2002 nell'Isola di Stromboli. Uno dei motivi per cui le nostre coste sono esposte al rischio maremoto è anche perché sul fondale del mar Tirreno si trovano diversi vulcani sottomarini, le cui eruzioni possono causare appunto situazioni di rischio sulla costa.

Pochi mesi fa un altro tsunami aveva sconvolto l'Indonesia. Stavolta il maremoto era stato causato da un sisma di magnitudo 7.5. La città di Palu era stata devastata.

Pubblicità