Previsioni meteo, grandi manovre invernali la prossima settimana

Week-end abbastanza tranquillo dal punto di vista atmosferico ma l’attenzione si sposta alla prossima settimana che potrebbe proporre fasi di maltempo in pieno stile invernale.

Marco Virgilio Marco Virgilio 17 Gen 2019 - 05:39 UTC
TEMPO INVERNALE
Prossimo week-end atmosfericamente abbastanza tranquillo ma la prossima settimana propone due episodi invernali di tutto rispetto

Dopo il transito di un fronte moderato tra giovedì e venerdì relativa pausa atmosferica per l'Italia con campo livellato al suolo, blandamente ciclonico in quota con modesti effetti sulle regioni centromeridionali.

Più interessante, alla luce degli ultimi aggiornamenti modellistici, l’evoluzione che si sta preparando per la prossima settimana: due sistemi depressionari in successione sembrano destinati a fare il loro ingresso nel settore centrale mediterraneo, interessando direttamente le regioni italiane con episodi di maltempo di stampo pienamente invernale e possibilità di neve sulla pianura Padana. Si potranno avere nevicate a quote basse al centrosud nel primo evento, con clima più asciutto e freddo al nord salvo che sull’estremo nordest che potrebbe vedere martedì fiocchi fino in pianura. Nevicate di un certo rilievo potrebbero invece interessare la pianura Padana occidentale nel secondo evento atteso per giovedì 24 che nel complesso interesserebbe tutta la penisola.

Dopo tanti giorni caratterizzati da flussi settentrionali che andavano ad impattare sulle Alpi provocando forti nevicate sul versante nord ma clima più secco a sud della catena alpina ora la dinamica delle correnti in quota sta cambiando. L’alta pressione atlantica tende a ritirarsi più a ovest mantenendo tuttavia una propensione all’espansione meridiana verso latitudini settentrionali. Questo favorirà la discesa delle correnti fredde più a ovest delle Alpi con maggiore possibilità di ciclogenesi tra il Mediterraneo occidentale e i mari italiani.

Andando per ordine: il fronte che transita in queste ore porta con sé piogge sulla Liguria di Levante e lungo tutto il versante tirrenico fino alla Campania, sul nordest e, più sporadiche, su Sardegna sudoccidentale e Sicilia di nordovest. La particolarità di questa perturbazione è soprattutto quella di riportare qualche pioggia e qualche nevicata su parte del nord dopo tante settimane di secco.

Il tempo del week-end

Sabato tra poco nuvoloso ed irregolarmente nuvoloso su tutte le regioni ma con tempo asciutto al nord, qualche annuvolamento localmente più intenso sulle regioni adriatiche con associate deboli nevicate a quote basse sui rilievi interni tra Emilia Romagna e Marche, locali piovaschi lungo le coste tirreniche centromeridionali, tra Calabria e Sicilia orientale e sulla Sardegna occidentale. Temperature in diminuzione, soprattutto al nord.

Domenica ancora tempo asciutto e abbastanza freddo al nord con prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso. Sole anche lungo il versante adriatico dalla Romagna alla Puglia. Nubi in aumento, invece, sulle regioni del versante tirrenico con qualche debole pioggia sulle coste del Lazio già al mattino, su tutto il tratto di litorale dalla Toscana alla Campania a partire dal pomeriggio. Dalla sera piogge in intensificazione sulla Sardegna.

Tendenza successiva: rischio neve sulla pianura Padana e fasi di maltempo su molte regioni

Come anticipato sono in vista almeno due episodi significativi nel corso della prossima settimana: la prima depressione porterà i suoi minimi sull’Italia centrale nella notte tra lunedì 21 e martedì 22 determinando un marcato peggioramento del tempo dall’Emilia Romagna in giù. Neve a quote pianeggianti nel corso del peggioramento sull’Emilia Romagna, neve a quote basse sui rilievi appenninici toscani e nelle zone interne della Sardegna. Quote più elevate sulle altre aree appenniniche. Il nord sembra fuori dai giochi nella prima parte dell’evento mentre potrebbe nevicare debolmente fino in pianura in Veneto e Friuli Venezia Giulia martedì.

Una seconda e forse più intensa depressione in ingresso dal Golfo del Leone si dovrebbe disporre con i suoi minimi sulle regioni centromeridionali nelle ore centrali di giovedì 24. Il sistema depressionario potrà determinare potenzialmente piogge diffuse e abbondanti su tutte le regioni e parecchia neve a quote molto basse sui rilievi alpini e attorno ai 600 metri su quelli appenninici. Attenzione! Date le temperature in quota e al suolo presenti sul nordovest saranno possibili, se questo schema circolatorio andrà effettivamente in porto, precipitazioni nevose sulla pianura Padana occidentale e a quote collinari sulla Liguria.

Situazione da monitorare con i prossimi aggiornamenti, anche perché la distanza temporale e notevole e modifiche della situazione assolutamente ancora possibili.

Pubblicità