ilmeteo.net

Nuovo vortice ciclonico in arrivo: piogge e forte vento nel week-end

Mentre le regioni settentrionali godranno di una pausa di stabilità dopo l’ultima perturbazione, un nuovo vortice ciclonico interesserà nel week-end il centrosud. Fenomeni intensi all’estremo sud.

PREVISIONI METEO
Nuova ondata di maltempo prevista nel week-end. Le regioni meridionali nel mirino di un nuovo vortice ciclonico mentre il tempo si manterrà stabile al nord

Passato un ciclone ne arriva un altro ma questa volta eviterà il nord Italia e concentrerà la sua massima potenza sulle regioni meridionali italiane. Questa fase novembrina appare piuttosto dinamica dal punto di vista atmosferico e anche a più lungo termine l’impressione è che si continuerà su questa strada con un altro marcato peggioramento nel cuore della prossima settimana.

Dal punto di vista termico non sono attese irruzioni fredde di particolare rilievo anche se tra il week-end e i primi giorni della prossima settimana le temperature in quota scenderanno di alcuni gradi al di sotto della media del periodo per poi riallinearsi alla norma nel finale di mese.

Verso il nuovo peggioramento

Al momento le regioni italiane sono interessate in quota da un flusso occidentale dettato dalla presenza di centri di bassa pressione tra l’Atlantico, l’est Europa e la Russia ed una fascia anticiclonica distesa tra l’Atlantico ed il nord Africa.

Tutto cambierà tra il pomeriggio di venerdì e la giornata di sabato

Il risultato di queste interazioni sono le correnti atlantiche lievemente ondulate che determinano attualmente tempo soleggiato o localmente irregolarmente nuvoloso. Tutto cambierà tra il pomeriggio di venerdì e la giornata di sabato quando un fronte perturbato organizzato farà il suo ingresso sui mari italiani all’interno di una stretta saccatura in quota.

Al suolo, mentre al nord la pressione aumenterà assisteremo sabato alla formazione di un minimo ciclonico in area tirrenica destinato poi a raggiungere le coste libiche nella giornata di domenica.

Allerta meteo per le regioni del sud

Venerdì prime piogge sulla Sardegna e poi estensione di nubi e fenomeni alle regioni centrali tirreniche entro la notte. Al nord nuvolosità irregolare ma tempo asciutto.

Sabato maltempo al centrosud con piogge al mattino anche sulle regioni centrali adriatiche e nevicate sui rilievi appenninici, sopra i 1000 metri sul versante adriatico. Piogge sparse sulla Sardegna con tendenza ad attenuazione delle piogge e aperture ma con rinforzo dei venti settentrionali con raffiche localmente fino a 100 km/h lungo le coste orientali. Dal pomeriggio le piogge si concentreranno sulle regioni meridionali risultando abbondanti o localmente intense sull’area ionica.

Graduale rinforzo dei venti a rotazione ciclonica su tutti i bacini meridionali con raffiche da nordest a 80 km/h sulla Campania, da nord a 100 km/h sul Canale di Sicilia, a 75 km/h da sudest lungo le coste ioniche con mareggiate. Possibili anche rovesci e locali temporali.

Al nord e sul versante tirrenico della Toscana cielo sereno o poco nuvoloso con parziali annuvolamenti in aumento a nordovest.

Domenica fenomeni intensi in area ionica

Domenica marcata instabilità al sud con piogge e locali temporali. I fenomeni risulteranno più intensi sulle regioni ioniche e sulla Sicilia orientale.

Attenzione! Sono attese piogge particolarmente intense sulla Calabria ionica e sulla costa siciliana compresa tra Catania e Siracusa

Attenzione! Sono attese piogge particolarmente intense sulla Calabria ionica e sulla costa siciliana compresa tra Catania e Siracusa, accompagnate da raffiche di vento tra est e nordest che potrebbero superare i 100 km/h. Nel corso di tutto l’evento, quindi sostanzialmente nel week-end, sulla Calabria ionica potrebbero cadere tra i 100 e i 200 mm di pioggia.

Sulle regioni centrosettentrionali prevalenza di bel tempo anche se al mattino si potranno ancora manifestare annuvolamenti localmente intensi e qualche piovasco e qualche locale nevicata sopra gli 800 metri tra Marche e Abruzzo, in successiva attenuazione.

TENDENZA METEO
Ecco come il modello ECMWF inquadra il possibile marcato peggioramento nel cuore della prossima settimana

Tendenza successiva: nuovo marcato peggioramento

I modelli numerici globali e le proiezioni Ensemble indicano la fondata possibilità di una nuova fase di marcato maltempo tra martedì 29 novembre e giovedì 1 dicembre (modello ECMWF) che dovrebbe coinvolgere nel suo sviluppo tutte le regioni italiane.

Si tratterebbe di un evento tipicamente autunnale generato dalla formazione di una saccatura depressionaria in quota tra il Mare del Nord e i mari italiani con ciclogenesi al suolo tra Sardegna, Canale di Sicilia e Mar Tirreno. Una situazione da verificare con i prossimi aggiornamenti de ilMeteo.net di Meteored.