Meteo: sole e caldo fino a Pasqua, cambiamenti da Pasquetta?

Pasqua soleggiata sull’Italia in casa per il coronavirus. Segnali di cambiamenti dopo Pasquetta. Ecco perché le previsioni meteo sono importanti anche in lockdown.

Pasqua Consulta il nostro speciale Previsioni meteo per Pasqua
meteo-pasquetta
sole, qualche cumulo di bel tempo, prati con uova e conigli pasquali ma noi dobbiamo stare in casa per difenderci dal coronavirus

Molti si chiedono a cosa servono le previsioni meteo in tempi di lockdown per Coronavirus. L’importanza delle previsioni meteo va al di là della gita o scampagnata. Anzitutto, in questi giorni forzatamente in casa seguire bene le previsioni e consultare le mappe può essere l’occasione per imparare cosa sono e cosa c’è dietro le previsioni meteo.

Soprattutto però le previsioni restano, mai come ora, un importante fattore di programmazione e pianificazione per molte attività anche emergenziali. Basti pensare alla protezione civile, un’alluvione ora sarebbe un disastro nel disastro, o l’agricoltura e agroalimentare che mai come ora devono rifornirci di cibo.

Molti si chiedono a cosa servono le previsioni meteo in tempi di lockdown per Coronavirus. L’importanza delle previsioni meteo va al di là della gita o scampagnata.

Il sole senz’altro aiuta, vero che c’è bisogno di acqua e pioggia che soprattutto al nord da un po’ mancano, e la Pasqua promette bene. Come forse da anni non si vedeva, avremo addirittura del caldo precoce. Ecco come evolve la situazione.

La situazione meteo

Fino a Pasqua l’area europea e la nostra penisola restano interessate da un grande anticiclone. Il massimo anticiclonico si trova fra la Germania e l’Europa orientale. Le perturbazioni sono bloccate anche oltre le Isole Britanniche, mentre per quanto riguarda l’Italia qualche disturbo è presente sulla Sicilia. Sono questi gli effetti di correnti relativamente fresche di ritorno da est.

Per Pasqua notiamo che l’anticiclone, seppur invecchiato, sarà ancora più esteso, con pressione alta e livellata sui 1025-1030 su tutto il Mediterraneo e gran parte del continente Europeo.

Da notare il quadro delle isoterme, che saranno sulla nostra penisola assestate sui +8,+10°C a 850 hPa. In pratica, una moderata ondata di caldo precoce tardo primaverile.

Dopo Pasqua inizia a vedersi qualche timido segno di cedimento, con una blanda depressione che si posizionerà verso la Danimarca e che porterà una lieve onda in quota a lambire le Alpi. Gli effetti di questa onda perturbata potrebbero concretizzarsi proprio da, o più probabilmente, dopo Pasquetta.

Il tempo di Pasqua

Dal 7 aprile 2020 fino a sabato 11 aprile il tempo sarà stabile e soleggiato su tutta la penisola, con modesti annuvolamenti per oggi e domani sulla Sicilia, concentriamo dunque la nostra attenzione sul tempo di Pasqua.

Sembra una beffa visto che Pasqua negli ultimi anni è spesso stata , come tipico di aprile, fresca e instabile, ma quest’anno il giorno di Pasqua sarà soleggiato e mite come poche volte in passato.

Al nord soprattutto sarà gran sole, con temperature massime anche sui 23-25°C, valori che risulteranno quindi di 5-6°C superiori ai riferimenti climatologici. Importante per l’agricoltura, non c’è più rischio di gelate tardive.

Bel sole splendente anche al centro e Sardegna, per le temperature citiamo Firenze, che toccherà i 22-23°C, Roma 21-22°C, in Sardegna 18-20°C a Olbia e Cagliari .

Anche al sud e Sicilia molto sole, previsti 18-20°C a Bari, Napoli e Palermo, con punte di 22-24°C nelle zone interne.

E Pasquetta?

Quante volte negli ultimi anni Pasquetta è stata rovinata dal maltempo, o quando è stata variabile con acquazzoni oggetto di polemiche fra operatori turistici e meteorologi!

Pasqua e Pasquetta sono un po’ la dannazione dei previsori, ma quest’anno pare sarà diverso. Sia perché al momento il turismo è giustamente fermo, sia per la situazione meteo.

In verità ieri i calcoli del modelli prospettavano per il Lunedì dell’Angelo un peggioramento al nord con arrivo di piogge nella seconda parte della giornata. Oggi invece i nuovi aggiornamenti modellistici attenuano e ritardano la perturbazione.

Al momento la giornata di lunedì 13 aprile appare con maggior presenza di nubi, ma in un quadro di variabilità e sostanzialmente senza piogge di rilievo da segnalare. Le temperature dovrebbero flettere leggermente, ma rimanere tiepide per la stagione.

L’eventuale cambiamento insomma appare rimandato, ma nel quadro di una situazione incerta, come abbiamo scritto infatti anche le previsioni meteo risentono nella loro precisione degli effetti indiretti del lockdown per l’emergenza COVID-19.