Le previsioni meteo fino a venerdì 8 novembre

Una serie di perturbazioni atlantiche attraverseranno l'Italia nei prossimi giorni apportando piogge abbondanti, specie al centro-nord e sui versanti tirrenici. Le previsioni meteo per mercoledì 6, giovedì 7 e venerdì 8 novembre.

Daniele Ingemi Daniele Ingemi 05 Nov 2019 - 16:51 UTC
genova-pioggia
Ancora tanta pioggia sull'Italia nei prossimi giorni: le previsioni fino a venerdì 8 novembre.

Sarà un proseguo di settimana piuttosto movimentato dal punto di vista meteorologico su molte regioni d’Italia. Difatti, con l’ulteriore abbassamento di latitudine del flusso perturbato principale, nuove perturbazioni atlantiche, anche intense, si prepareranno ad invadere il bacino centro-occidentale del Mediterraneo, raggiungendo pure l’Italia, ad ondate, una dietro l’altra.

Purtroppo questi sistemi frontali, durante il loro passaggio, arrecheranno piogge diffuse, talora anche sotto forma di rovesci e temporali, che potranno risultare particolarmente abbondanti sulle regioni di nord-ovest, tirreniche e Sardegna. In modo particolare nelle giornate di giovedì 7 e venerdì 8 novembre quando transiterà un fronte davvero intenso, preceduto da un umido flusso prefrontale di correnti meridionali che contribuiranno a destabilizzare ulteriormente l’atmosfera. Consulta qui le mappe previsionali.

Mercoledì 6 novembre, piogge e rovesci sulle tirreniche, neve sulle Alpi centro-orientali

Un nuovo giovane sistema frontale, di origine atlantica, raggiungerà l’Italia apportando piogge e rovesci diffusi sulle regioni centro-settentrionali, ad eccezione del basso Piemonte e del ponente ligure che dovrebbero vedere delle schiarite, sempre più ampie dalla seconda parte della giornata. Neve in calo, fin dai 1200 metri sulle Alpi centro-orientali.

Il grosso del maltempo, invece, andrà ad interessare la Sardegna, dove sono attesi pure dei temporali, e le regioni tirreniche, con fenomeni localmente intensi, specie in Toscana. Dalla seconda parte del giorno è atteso un graduale miglioramento, con lo spostamento delle piogge e dei temporali in direzione della Campania, Sicilia, Basilicata tirrenica e Calabria. Ampie schiarite, inframezzate dal passaggio di nubi, sulle regioni adriatica e sull’area ionica.

Il peggioramento sarà accompagnato da una vivace ventilazione di libeccio, tendente a ruotare più da W sulla Sardegna e sul medio-basso Tirreno, a partire dalla serata. Mari da mossi a molto mossi, fino a localmente agitati a largo i mari attorno la Sardegna.

Giovedì 7 novembre, nuova intensa perturbazione da ovest

Mentre il fronte freddo collegato al sistema frontale giunto mercoledì apporterà qualche pioggia residua al sud, fra Calabria tirrenica, messinese, Lucania e Puglia meridionale, una nuova perturbazione atlantica a partire dalla tarda mattinata si approssimerà alle regioni di nord-ovest, Sardegna, Liguria e Toscana, apportando le prime piogge, previste in ulteriore intensificazione dalla seconda parte della giornata.

Tregua al Centro e al Sud

Tempo relativamente migliore sul resto delle regioni centrali e dal pomeriggio anche al sud, con ampie schiarite e poche nuvole. Ma si tratterà solo di una tregua temporanea, da ovest si avvicineranno i primi cirri, cirrocumuli e altocumuli, che annunceranno l’imminente peggioramento atteso venerdì.

Attenzione alla giornata di venerdì 8 novembre: forti temporali

Il fronte perturbato scivolerà verso le regioni centrali, apportando rovesci e temporali che persisteranno per buona parte del giorno, specie sulle regioni centrali tirreniche, dove sono attesi importanti accumuli pluviometrici, anche superiori ai 100 mm in meno di 24 ore, che potrebbero determinare locali criticità di carattere idraulico e idrogeologico.

Pubblicità