StoreWindows10

Temporali e più fresco in vista per Ferragosto

Una prima saccatura depressionaria lambirà il nord tra venerdì e sabato porterà rovesci e temporali poi una depressione più organizzata raggiungerà i mari italiani in vista del Ferragosto.

Marco Virgilio Marco Virgilio 09 Ago 2018 - 18:56 UTC
METEO WEEKEND
Sabato residui temporali sul nordest ma domenica splenderà il sole su tutte le regioni

Fa ancora molto caldo su tutte le regioni anche se non mancano temporali pomeridiani nelle zone interne. La circolazione generale è però in fase di modifica e dovrebbe mostrare maggiore dinamicità nei prossimi giorni. In una prima imminente fase sarà il nord a vedere un incremento dell’instabilità con rovesci e temporali sparsi tra venerdì e sabato. In realtà appaiono più esposti il settore di nordest e le Prealpi e alte pianure lombarde. Sul nordovest è già in aumento la nuvolosità in queste ore e varie celle temporalesche si sono formate presso i rilievi alpini.

Dopo i temporali al nord ancora sole

La saccatura depressionaria interesserà piuttosto marginalmente il settentrione (modello ECMWF) ma la sua azione di richiamo di correnti più umide sudoccidentali sarà sufficiente a portare rovesci e temporali sparsi dalla Lombardia al Friuli Venezia Giulia, fino al limite delle zone settentrionali dell’Emilia. Vista l’energia in gioco e gli indici convettivi previsti saranno possibili localmente temporali di forte intensità con associate grandinate e colpi di vento. Questo primo segnale d’indebolimento della struttura del campo di pressione che attualmente governa il tempo sull’Italia non avrà ancora grande impatto sui valori di temperatura che tuttavia caleranno di un paio di gradi mediamente al nord.

METEO IN CORSO
Ecco la saccatura depressionaria in quota che lambirà il nord tra venerdì e sabato portando maggiore instabilità.

Transitato il sistema moderatamente perturbato la pressione tenderà di nuovo ad aumentare ma si tratterà di un rinvigorimento temporaneo. Si preannuncia, infatti, la discesa di una depressione dalla Francia ai mari occidentali italiani via Golfo del Leone proprio durante il ponte di Ferragosto.

Domenica e lunedì, quindi, splenderà il sole su tutte le regioni salvo qualche rovescio o breve temporale pomeridiano su Alpi e dorsale appenninica. Le temperature massime si attesteranno sui 32/34 gradi al centronord mentre al sud e sulle isole maggiori potrebbero localmente raggiungere i 38/40 gradi nelle zone interne. Già lunedì sera aumento delle nubi sul Piemonte con possibili temporali.

Ferragosto temporalesco e più fresco

Si conferma dunque, al momento, l’arrivo di una depressione tra martedì 14 e giovedì 16 agosto sui mari italiani. Se questa evoluzione sarà confermata anche dalle prossime uscite modellistiche si possono prevedere condizioni di tempo instabile al nord già martedì 14 a partire dal settore occidentale con rovesci e temporali sparsi, anche di forte intensità localmente. Successivamente marcata instabilità è attesa sulle regioni centrali tirreniche con piogge localmente intense e temporali anche forti.

A Ferragosto tempo molto instabile su tutto il centronord con fenomeni temporaleschi piuttosto diffusi, probabilmente più intensi sulle regioni centrali, su parte della Sardegna e sulla Campania. Sembrano più esposte a fenomeni localmente intensi le località poste lungo il versante tirrenico dell’Appennino, fino alla Campania.

Giovedì un miglioramento, almeno parziale sembra proporsi al nord mentre su parte del centrosud e sulla Sardegna saranno ancora possibili temporali sparsi. Le temperature, naturalmente, caleranno di alcuni gradi riportandosi più vicine alle medie stagionali.

METEO FERRAGOSTO
Una depressione in arrivo dalla Francia ai mari occidentali italiani favorirà instabilità marcata tra il 14 ed il 16 del mese.

Estate finita?

Direi di no! Le analisi a lungo termine indicano che l’evento ferragostano potrebbe essere solo una pausa in questa fase dell’estate. Gli scenari calcolati per i prossimi 10/15 giorni mostrano una netta ripresa delle temperature in prossimità del 20 del mese. Situazione naturalmente da verificare con i prossimi outlook.

Pubblicità