25 ottobre 2011, dieci anni fa l'alluvione fra Liguria e Toscana

Il 25 ottobre del 2011, dieci anni fa, l'alluvione colpiva la Liguria e la Toscana: 13 morti fra le Cinque Terre, la Val di Vara e la Lunigiana. Pochi giorni dopo si sarebbe verificata l'alluvione di Genova del 4 novembre, con altri morti.

Il 25 ottobre del 2011, dieci anni fa, la Liguria e la Toscana del nord vennero investite da un evento meteorologico eccezionale, con piogge torrenziali, con picchi di circa 500 mm in poche ore. Le province più colpite furono quella di La Spezia e Massa-Carrara: devastate le aree delle Cinque terre, la Val di Vara e la Lunigiana. Fiumi e corsi d’acqua solitamente in secca o con portate molto ridotte, si trasformarono in enormi fiumi di acqua e fango che travolsero ogni cosa sul proprio cammino. Ci furono in totale 13 morti. 

I paesi più colpiti dall’alluvione del 25 ottobre nello Spezzino e nella Lunigiana  furono Borghetto di Vara, Brugnato, Bonassola, Levanto e Aulla. Veri fiumi di fango invasero anche i paesini di Monterosso al Mare e Vernazza, famosi in tutto il mondo perché situati nelle Cinque Terre, un’area della Liguria dichiarata patrimonio dell’umanità e visitata ogni anno da centinaia di migliaia di persone per i suoi paesaggi affascinanti, fra montagna e mare.

I paesi furono invasi da impressionanti fiumi di fango e rimasero isolati per giorni. Le stradine ed i vicoli dei centri si trasformarono in torrenti impetuosi che trascinavano via ogni cosa, comprese le automobili.

Tra i comuni che pagarono il prezzo più caro in quell'alluvione ci furono Monterosso al Mare, Vernazza, Pignone, Brugnato, Borghetto Vara, Rocchetta Vara, nello Spezzino, ed Aulla (Massa Carrara). Oltre alle vittime, i danni materiali furono enormi. Case distrutte, invase dal fango. Furono necessari mesi di lavoro per riportare le zone colpite alla normalità, spalando via enormi quantità di fango e detriti.

Come indicato all'inizio dell'articolo, non fu solo la zona delle Cinque Terre ad essere devastata ma anche la Lunigiana e la Val di Vara. Qui sotto, gli effetti dell'alluvione del 25 ottobre 2011 presso Pontremoli (Massa Carrara). I danni furono enormi, in una vasta area.

Pochi giorni dopo, il 4 novembre, una nuova alluvione colpiva stavolta la città di Genova, con altre vittime. Anche in quel caso si verificarono piogge torrenziali con accumulo pluviometrico da record nel giro di poche ore. In occasione dell'evento di maltempo del 25 ottobre 2011 arrivarono a registrarsi oltre 300 mm in 6 ore.

Venne raggiunto inoltre, in poco più di 24 ore, un accumulo pluviometrico di oltre 500 mm di pioggia.