Alluvione in Cina: città sommerse, migliaia di sfollati e morti: video

Le piogge torrenziali hanno causato gravi inondazioni in alcune parti della Cina centrale, costringendo migliaia di persone a lasciare le proprie case. Numerose le aree sommerse. Al momento ci sono 12 vittime confermate.

Martedì 20 luglio piogge eccezionalmente intense hanno provocato un'alluvione nella provincia cinese di Honã, nella Valle del Fiume Giallo, nella Cina centrale. Secondo le autorità locali, più di 10.000 persone sono state evacuate e si contano almeno 12 morti nella capitale Zhengzhou. Le piogge stanno investendo l'area dallo scorso venerdì, ma nella sola giornata di ieri sono caduti più di 200 mm nella regione in appena un'ora. Questa enorme quantità di pioggia ha causato rapidamente alluvioni su larga scala. La quantità di pioggia cauta negli ultimi tre giorni a Zhengzhou è la stessa che cade normalmente sulla zona in un anno intero. Le immagini diventate virali sui social mostrano uno scenario impressionante di auto sommerse che galleggiano nelle strade che si sono trasformate in fiumi con forti correnti.

La provincia di Henan, dove vivono circa 94 milioni di persone, ha emesso il più alto livello di allerta meteo. Inoltre, si teme che una diga nella città di Luoyang possa crollare dopo essere stata danneggiata dalle recenti tempeste. Secondo le autorità, è apparsa una crepa di 20 metri e i soldati sono stati schierati sul sito e un comunicato dell'esercito ha avvertito che la diga potrebbe "crollare in qualsiasi momento".