Un fulmine colpisce un grattacielo a Benidorm, in Spagna: il video

I forti temporali delle ultime ore in Spagna hanno lasciato immagini spettacolari come queste, in cui un fulmine colpisce un edificio scatenando una pioggia di scintille e materiale incandescente.

Nelle ultime ore si sono verificati forti temporali in buona parte del territorio spagnolo. Alcuni sistemi particolarmente violenti si sono spostati nelle aree interne del sud-est mediterraneo. Uno di questi temporali è arrivato la notte scorsa nella località balneare di Benidorm (Alicante), dove una potente scarica ha colpito direttamente il tetto di un grattacielo.

Il fulmine non è altro che una scarica elettrica che si genera tra due punti con diverso potenziale. Queste differenze di potenziale in un temporale possono superare i 100 milioni di volt. Sebbene l'aria sia un isolante elettrico, non è in grado di mantenere un tale gradiente potenziale e alla fine si verifica una rottura dielettrica. Quando ciò accade, si forma un canale conduttivo allo stato plasma attraverso il quale circola una corrente di decine o addirittura centinaia di migliaia di ampere, riscaldando l'aria a temperature estreme, intorno ai 30.000 ºC, diventando visibile e molto luminosa.

Ti potrebbe interessare. 5 curiosità incredibili sui fulmini

Quando un fulmine colpisce un oggetto, come accaduto in questo caso, la corrente che lo attraversa può riscaldarlo in modo estremo, soprattutto se il materiale è un cattivo conduttore di elettricità e offre resistenza al suo passaggio. A queste temperature il materiale si scioglie o addirittura bolle all'istante, come accade con il cornicione dell'edificio, che scatena una pioggia di scintille e materiale fuso che cade a terra. I fulmini rappresentano un pericolo estremo ed il calore da loro generato, le onde d'urto e le scariche elettriche secondarie possono provocare lesioni gravi anche a decine di metri dal punto di impatto, quindi è sempre consigliabile evitare punti a rischio come aree sopraelevate, pali e alberi.