ilmeteo.net

Forte esplosione a Stromboli, tsunami di 1,5 metri: i video e la situazione

Paura a Stromboli, presso le Isole Eolie, per l'eruzione di oggi pomeriggio. Ci sono state delle frane a seguito di una delle esplosioni, che hanno generato uno tsunami di 1,5 metri. Ecco i video dei grossi flussi piroclastici generati dall'eruzione.

Nel pomeriggio di questa domenica, 4 dicembre del 2022, si è verificato un maremoto presso l'isola di Stromboli (Messina), con un'onda di tsunami che ha raggiunto una altezza di un metro e mezzo. Il maremoto si è verificato a seguito di una forte eruzione dello Stromboli, che ha generato delle frane e dei grossi flussi piroclastici.

Probabilmente si è verificato un crollo dell'area craterica del vulcano, e si sono formati dei grossi flussi piroclastici che hanno percorso la Sciara del Fuoco, la grossa depressione sul fianco settentrionale dell'isola.Uno di questi flussi piroclastici, particolarmente intenso, impattando sulla superficie del mare ha generato un'onda di tsunami.

A Stromboli sono risuonate le sirene di allarme tsunami, attive da vent'anni a seguito del maremoto del 30 dicembre 2002, che causò danni sull'isola. Secondo la Protezione Civile, non si registrano danni a persone né a cose.

L'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), Osservatorio Etneo, comunica che il grosso flusso piroclastico verificatosi alle ore 15:19 UTC (16.19 ora italiana), è continuato per diversi minuti producendo abbondante cenere. Alle 15:40 UTC, informa l'INGV, si è potuto osservare una colata lavica che si è incanalata lungo la Sciara del Fuoco e che alle 16:00 UTC circa è arrivata alla linea di costa.

L'INGV ha anche informato che uno tsunami di un metro e mezzo non è affatto un evento poco pericoloso, e che anche un’onda di maremoto di 0,5 metri può essere molto pericolosa.

Questa mattina, alle 8.12 ora italiana, un terremoto di magnitudo locale ML 4.6 era stato registrato nell'area delle isole Eolie, ad una profondità di circa 3 km, a diversi chilometri dall'isola di Vulcano e decine di chilometri da Stromboli. Secondo quanto riportato dall'INGV però, i due eventi non sono correlati in modo diretto.