Notte da lupi per l'Appennino emiliano, allerta rossa su tre regioni

Domenica da allerta rossa su tre regioni del Nord, il maltempo si estende al resto del Centro e al Sud. Il maltempo continua a interessare l'Italia in questo novembre 2019.

Luca Ciceroni Luca Ciceroni 17 Nov 2019 - 10:33 UTC

La vasta circolazione depressionaria centrata sull'alto Tirreno sta determinando condizioni di maltempo su tutto il nord Italia e sul settore tirrenico del Centro.

Lo Scirocco richiama correnti umide che spazzano il nostro Meridione, seguono la traiettoria adriatica per poi ruotare in direzione della Pianura Padana all'altezza della laguna veneta, andando ad alimentare le precipitazioni tuttora in atto.

Fenomeni intensi in Emilia Romagna

In queste ore notturne i fenomeni più intensi li ritroviamo sulla Romagna, dove tra l'altro è attiva l'allerta rossa della protezione civile, sulla pianura bolognese, modenese e su tutto l'Appennino emiliano, dove si è verificato un abbassamento delle temperature dovuto al temporaneo spostamento del minimo di pressione verso est.

Neve fino a quota di collina

La neve sta cadendo copiosa fino a quota 600 metri in Emilia e l'isotermia determinata dall'intensità dei fenomeni sta spingendo i fiocchi bianchi localmente anche più in basso. Se ci spostiamo verso la Romagna invece lo zero termico lo troviamo a quota 1600 metri, complice lo Scirocco.

Nel corso della mattinata di oggi la situazione è destinata a migliorare nelle zone sopra citate, in attesa di una nuova intensa perturbazione prevista per domani pomeriggio, mentre persisteranno condizioni di forte maltempo sulle zone a nord del Po e su gran parte del centro-sud.

Domenica 17 novembre da allerta rossa sul bacino dell’Alto Piave in Veneto e sul bacino del Livenza, allerta arancione sulle restanti zone del Friuli Venezia Giulia, sulla provincia autonoma di Bolzano, su alcuni settori del Veneto, su gran parte di Emilia-Romagna e Toscana, sull’Umbria e sul litorale del Lazio. Allerta gialla sul resto del Paese.

Mareggiate sulle coste italiane

Laddove infatti non saranno pioggia o neve a creare pericolo in aree soggette a dissesto idrogeologico, ci penserà lo Scirocco con mareggiate sulle coste esposte di Liguria, Toscana, Lazio, Sardegna, Campania, Sicilia, Calabria, Puglia e Friuli Venezia Giulia.

Nelle prossime ore è previsto inoltre un rialzo termico che porterà allo scioglimento della neve caduta che, sommata alla pioggia, potrebbe portare all'esondazione di piccoli corsi d'acqua e canali con particolare riferimento a Triveneto ed Emilia Romagna, mentre in Alto Adige scatterà l'allerta valanghe.

Pubblicità