Il forte vento di scirocco fa tornare l'acqua alta a Venezia

Ultimo sabato di ottobre all'insegna del forte maltempo al Nord, con la prima neve autunnale sulle Alpi e nubifragi nel resto delle aree. Forte vento di scirocco al centro-sud e da domani acqua alta a Venezia, che potrà essere eccezionale il 29 ottobre. Ecco come seguire l'evolversi della situazione.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 27 Ott 2018 - 07:14 UTC
acqua-alta-venezia
Negli ultimi giorni di ottobre 2018 torna l'acqua alta a Venezia: una delle cause, il forte vento di scirocco.

La grande ondata di maltempo di cui parliamo da giorni è arrivata sull'Italia, iniziando dal Nord. Mentre scriviamo piove con intensità su tutte le regioni del Nord, con nubifragi diffusi e particolarmente intensi, specie sulla Liguria. Si può seguire la situazione in diretta grazie ai radar meteo disponibili sul nostro sito.

Ieri sera la Protezione Civile aveva diramato un'allerta meteo di colore rosso in tutto il Veneto per nubifragi molto forti. Nelle prossime ore il maltempo si estenderà a tutte le altre regioni italiane, spazzando il paese da nord a sud. Si può seguire l'avanzata della perturbazione grazie alle mappe previsionali di pioggia e neve. Come si può vedere, nella notte ci saranno nubifragi nel centro Italia, con accumuli pluviometrici anche importanti a Roma, già interessata giorni fa d una grandinata record nei quartieri orientali. Sulla capitale sono previsti nubifragi con decine di mm di accumulo a partire da questa notte. Accumuli molto importanti anche a Genova. Domani anche Napoli interessata da forti nubifragi.

Forte vento di scirocco: torna l'acqua alta a Venezia

Al centro-sud già da ieri soffia con forza il vento di scirocco (consulta qui le mappe di vento), conseguenza dell'avvicinarsi della perturbazione atlantica. Vento molto forte in queste ore nelle regioni centrali, Lazio, Umbria e Marche, sull'Adriatico e sul Tirreno. E proprio il persistere del forte vento di scirocco sta per causare il primo episodio di acqua alta della stagione, a Venezia.

Il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree della città di Venezia segnala un'allerta di codice arancio per domenica 28 ottobre, con picco di marea a 115 cm, mentre il picco potrà raggiungere i 130 cm nella giornata di lunedì 29 ottobre e di martedì 30 ottobre. Il Comune di Venezia invita a restare informati per ulteriori aggiornamenti. Sui motivi del fenomeno dell'acqua alta a Venezia e su quali sono le aree soggette ad allagamento in questi casi, si può consultare questo approfondimento.

AGGIORNAMENTO AL 29 OTTOBRE. Prevista intorno alle 14 acqua alta eccezionale, con picco di oltre 150 cm. Una delle più importanti alte maree degli ultimi anni a Venezia.

mappa-ecmwf-maltempo
Nel modello previsionale ECMWF si vede bene la quantità di precipitazioni, anche nevose, previste per le prossime ore.

L'ondata di maltempo autunnale persisterà per almeno tre giorni, lasciando al suolo accumuli pluviometrici molto importanti specie in certe zone. Attenzione particolare al versante tirrenico: Lazio e Liguria sorvegliate speciale per le forti piogge. Occhio anche al livello dei fiumi: potrebbero verificarsi le prime piene della stagione autunnale nei grandi corsi d'acqua italiani.

È tornata la neve sulle Alpi

La neve sulle Alpi era già caduta nelle settimane scorse ma in singoli episodi e solo localmente. Stavolta è previsto che la neve cada copiosa e in maniera molto più estesa su buona parte dell'arco alpino. In realtà l'episodio di neve sulle Alpi è già iniziato nelle scorse ore e sui social network vengono già pubblicate foto di passi alpini imbiancati e rifugi di alta quota ricoperti dal manto nevoso.

Allerta meteo per i nubifragi

Nelle prossime ore sono previste piogge molte intense su molte regioni d'Italia. Queste saranno particolarmente abbondanti, a carattere temporalesco, su Lazio e Liguria. Monitoreremo nelle prossime ore anche le allerte meteorologiche diramate dalla Protezione Civile in accordo con le Regioni.

Pubblicità