ilmeteo.net

Misteriosa e gigantesca voragine appare nel nord del Cile, foto e video

Una enorme voragine di oltre 30 metri di diametro e profonda più di 60 metri, è apparsa nel mezzo di una strada di campagna, nel comune di Tierra Amarilla, nella regione di Atacama. Le cause sono ancora oggetto di indagine.

voragine
La voragine di 32 m di diametro è apparsa negli ultimi giorni di luglio, in un settore minerario, nel comune di Tierra Amarilla, nella regione di Atacama. Immagine di Karl Grawe. Agenzia Uno.

Da un momento all'altro, gli abitanti di Tierra Amarilla si sono accorti di questa grossa dolina, quasi un cerchio perfetto, apparsa nel comune. Il sindaco Cristóbal Zúñiga ha affermato che sabato 30 luglio hanno ricevuto una denuncia da parte dei cittadini per la comparsa di una grande voragine in un settore della miniera di Alcaparrosa, che fa parte dell'estrazione mineraria di Candelaria.

Immediatamente le autorità regionali hanno attivato i protocolli di sicurezza e allertato la comunità con raccomandazioni, soprattutto perché la enorme voragine si trova in prossimità di un centro abitato e di un Centro sanitario familiare. "Siamo preoccupati, ed è una paura che abbiamo sempre avuto come comunità, il fatto di essere circondati da giacimenti minerari e opere sotterranee", ha affermato il sindaco Zúñiga.

Non è il primo evento del genere nella zona. Anni fa erano già comparsi degli sprofondamenti, ma non di queste proporzioni. Per questo si è iniziato ad indagare su cosa abbia causato la formazione di questo sinkhole, e se abbia qualcosa a che fare con l'attività mineraria o se si tratta di un fenomeno di altra natura. Il sindaco ha sottolineato: "Andremo fino alle ultime conseguenze come comune per proteggere la nostra comunità e, una volta per tutte, porre fine a questi abusi e all'eccessiva contaminazione di queste compagnie minerarie".

Esperti indagando nella zona

Lo stesso giorno del ritrovamento sul posto sono rapidamente arrivate le autorità. Il delegato presidenziale della Regione di Atacama, Gerardo Tapia, ha ordinato al Servizio Nazionale di Geologia e Miniere (Sernageomin) di effettuare una revisione in loco di quanto accaduto e, dal canto suo, la Segreteria Ministeriale delle Miniere di Atacama ha inviato esperti per valutare la situazione e se ci sono più rischi di altre possibili frane.

“Sabato 30 luglio, nel pomeriggio, siamo stati informati dell'esistenza del sinkhole. Oggi abbiamo diversi specialisti del settore e stiamo mobilitando persone dal livello centrale”, ha affermato David Montenegro, direttore nazionale di Sernageomin. Per questo motivo, gli accessi che circondano la dolina sono stati chiusi e l'operazione mineraria è stata paralizzata per evitare emergenze, mentre il sito continua ad essere analizzato.

Ricerche in corso sulle possibili cause dello sprofondamento

Le prime misurazioni hanno mostrato che si trattava di una grande dolina inizialmente stimata in 25 metri di diametro, ma questo lunedì 1 agosto Sernageomin ha fornito nuove informazioni determinando che il diametro è di 32 metri in superficie, con un allargamento verso la profondità di almeno 48 metri. La profondità è stimata in 64 metri, con i dati finora ottenuti.

È stata inoltre rilevata una notevole distanza di circa 200 m dal foro allo sfruttamento sotterraneo. Ad oggi non è stato trovato materiale sotto la voragine, ma c'è molta acqua. Oggi continuano le indagini sull'origine, nonostante ci siano alcune idee su cosa possa essere successo. Questo fenomeno, noto anche come cedimento del suolo, è solitamente causato da cause naturali o antropiche.

La naturale dissoluzione dei suoli sotterranei a seguito dell'acqua che scorre in profondità può asportare il suolo. Anche l'intervento umano, nello scavo di corridoi, gallerie, estrazione mineraria, estrazione di acque sotterranee o di gas naturale, può causare una perdita di volume del terreno. Finora gli esperti hanno apprezzato, attraverso misurazioni e l'uso di droni, che si tratta di un sito ricoperto di materiale di riempimento e che la coesione del suolo e lo spazio ridotto sarebbero la causa della forma cilindrica della dolina.