ilmeteo.net

Navi della Seconda Guerra Mondiale emergono dall'oceano: i video!

Un'intensa eruzione del vulcano sottomarino Fukutoku-Okanoba in Giappone ha riportato a galla più di 24 navi da guerra affondate... nella battaglia di Iwo Jima, in piena Seconda Guerra Mondiale! Cos'è successo?

Navios Segunda Guerra Mundial
Le immagini scattate dagli elicotteri mostrano i resti delle navi della seconda guerra mondiale, emerse dopo l'eruzione di un vulcano sottomarino in Giappone. Immagine: Lancia Cpl. Courtney White / Corpo di fucile navale degli Stati Uniti.

Riesci a immaginare di trovarti improvvisamente sulla costa con decine di navi abbandonate e distrutte, dall'aspetto spettrale? Anche se sembra una scena di un film dell'orrore, è successo di recente in Giappone. L'intensa attività sismica associata a un'eruzione sottomarina ha riportato alla luce decine di navi fantasma affondate durante la Seconda Guerra Mondiale, e che fino ad ora si trovavano sul fondo dell'Oceano Pacifico!Lo scorso agosto è scoppiato il vulcano sottomarino Fukutoku-Okanoba, situato a circa 25 metri sotto la superficie dell'Oceano Pacifico, 5 chilometri a nord dell'isola meridionale di Iwo Jima e circa 1.300 chilometri a sud di Tokyo, emettendo nell'atmosfera un enorme pennacchio di fumo.

Poco dopo si è scoperto che il processo eruttivo aveva creato una piccola isola a forma di falce di luna, costituita da lava solidificata, pomice e cenere vulcanica. Due mesi dopo l'eruzione e la nascita dell'isola, i ricercatori sono rimasti piuttosto sorpresi nello scoprire che questa aveva portato in superficie decine di navi distrutte durante la seconda guerra mondiale.Secondo il Museo Nazionale della Seconda Guerra Mondiale degli Stati Uniti, queste navi furono affondate durante la Battaglia di Iwo Jima, una delle più sanguinose della Seconda Guerra Mondiale nel Pacifico, avvenuta nel 1945. Queste navi furono usate dal Giappone per prepararsi ad un'invasione delle truppe americane. Tuttavia, le truppe americane riuscirono a prendere l'isola, uccidendo decine di migliaia di soldati giapponesi.

Queste navi finirono per essere catturate dalla Marina degli Stati Uniti dopo la sconfitta dei giapponesi nel febbraio 1945. Alcune informazioni indicano che furono affondate per costruire un molo, per facilitare l'arrivo dei rifornimenti sull'isola. L'intenzione delle truppe americane era quella di creare una base navale artificiale sull'isola di Iwo Jima per installare una base militare nordamericana, prima dell'attacco al Giappone continentale.

Una famosa fotografia mostra alcuni fucilieri navali americani che issano la bandiera degli Stati Uniti, ed è stata scattata sul monte Suribachi durante la battaglia di Iwo Jima. Questa montagna alta 155 metri ospita un vulcano ancora attivo, che è elencato come uno dei 10 più violenti del Giappone.

Secondo Setsuya Nakada, direttore del Volcano Research Promotion Center del governo giapponese, in un'intervista con All Nippon News, una grande distesa di mare torbido si è espansa attorno al vulcano Fukutoku-Okanoba, indicando che l'attività vulcanica non è ancora cessata e che possono verificarsi ulteriori eruzioni.Poiché l'isola appena creata dall'eruzione è costituita da pomice e cenere, scomparirà probabilmente a breve. In effetti, si è già ridotta alla metà delle sue dimensioni originali. Ciò indica che le navi non rimarranno a lungo in superficie, tornando a riposare sul fondo del Pacifico.