ilmeteo.net

La Pasqua di freddo e neve del 2001: può succedere di nuovo?

La Pasqua del 2001 si celebrò il 14 aprile, e Pasquetta il 15 aprile. Proprio in quei giorni l'Italia venne interessata da un'ondata di freddo e neve con neve fino a bassa quota. Può succedere di nuovo?

Pasqua Consulta il nostro speciale Previsioni meteo per Pasqua
pasqua abruzzo neve
La neve nel paese di Camarda (L'Aquila), in Abruzzo.

C'è chi ancora ricorda la Pasqua del 2001, quando un'ondata di gelo e freddo, con neve anche in pianura, interessò tutto il centro-nord ed anche il versante adriatico del sud, fino alla Puglia. Quella di ventuno anni fa è stata una Pasqua segnata da un inverno tardivo, che creò non pochi problemi alla viabilità e riportò l'inverno dopo un inizio di primavera 2001 che era stato particolarmente mite.

La Pasqua del 2001: gelo e neve a metà aprile

La Pasqua del 2001 era un 14 aprile, a metà mese, e Pasquetta il 15, soltanto pochi giorni prima rispetto alla Pasqua di questo 2022. Quell'anno la sorpresa, che arrivò dopo il venerdì santo, fu un'ondata di gelo e freddo che interessò soprattutto il centro-nord ed il versante adriatico, fino alla Puglia.

Dopo un inizio di primavera che era stato particolarmente mite, il crollo delle temperature fu improvviso e notevole. Le massime erano di pochi gradi sopra lo zero e ci furono gelate diffuse. La neve scese a quote basse sia al Nord che al Centro, con fiocchi di neve anche a Viterbo e fino alle porte di Roma. In Abruzzo la neve cadde fin sulla costa adriatica, e ci furono delle vere e proprie bufere. Sul versante adriatico la neve si spinse fino al Sud, fino alla Puglia. Insomma, una Pasqua segnata da un inverno tardivo.

Neve fino in pianura nei giorni di Pasqua

Sulle Alpi e sull'Appennino ci furono abbondanti nevicate e ci furono parecchie difficoltà per chi si trovava in viaggio, con strade interrotte, gelo. Nevicò a Bologna, un po' anche a Perugia ed in molte altre località, fino al Gargano. Nevicò anche alle porte di Roma, e qualche fiocco cadde anche a Viterbo. Le montagne dell'Appennino centrale tornarono ad imbiancarsi e ci furono problemi di viabilità per neve e ghiaccio fino a quote collinari in Abruzzo. A Pasquetta le cose migliorarono sul fronte meteo, ma le temperature restarono basse.

Aprile, mese di contrasti meteo

Il tempo invernale nei giorni della Pasqua del 2001 non è un fenomeno eccezionale. La primavera non è solo stagione di belle giornate e tempo mite, ma anche di episodi invernali con freddo, pioggia e neve, caratterizzata da una forte variabilità. In questo mese può anche succedere che l'Italia si divida in due, meteorologicamente, con una parte del paese colpita dal maltempo ed un'altra che può godersi tempo soleggiato. Nei giorni di Pasqua è possibile anche assistere a un cambiamento meteo che avviene nel giro di pochi giorni.

Al momento i modelli meteo non indicano una possibilità di Pasqua fredda in questo 2022. Per conoscere come saranno i giorni di Pasqua e Pasquetta vi invitiamo a seguire la pagina speciale che abbiamo creato, e i modelli dei maggiori centri internazionali.