ilmeteo.net

Temporali violenti in Francia, chicchi di grandine enormi: le immagini

Dopo diversi giorni caratterizzati da record mensili di caldo, domenica sera un'ondata di maltempo ha causato danni ingenti in alcune aree della Francia. Imponenti grandinate hanno colpito Poitou e Berry.

In generale, maggiori sono i contrasti termici più violenti sono i temporali. Questa domenica, dopo giorni di caldo anomalo per questo periodo dell'anno in Francia (come anche in Italia), si sono sviluppate celle temporalesche sull'Aquitania che hanno poi raggiunto la Charente e poi il Poitou. I temporali hanno assunto un carattere di supercella di intensità particolarmente marcata tra Deux-Sèvres e Vienne, dove nel pomeriggio di domenica erano state misurate temperature superiori ai 30°C. In totale, più di venti dipartimenti erano stati posti in allerta arancione per il rischio di violenti temporali.

Dopo la prima cellula temporalesca che ha colpito l'Alvernia-Rodano-Alpi tra il tardo pomeriggio e la prima serata, Poitou ha vissuto un violento episodio tra le 20:00 e le 22:00 con oltre 8.500 lampi registrati e circa 2.000 fulmini. È stato il settore di Niort quello più colpito dalle intense precipitazioni che hanno portato 21 mm in soli 30 minuti, mentre a Ménigoute ne sono caduti 33 nello stesso periodo. Le grandinate si sono rivelate particolarmente impressionanti. I chicchi di grandine hanno raggiunto gli 8 cm di diametro a Frontenay-Rohan-Rohan, cioè un diametro equivalente a quello di una palla da bocce!

Questa supercella ha poi proseguito il suo cammino verso Berry, che ha raggiunto tra le 22:00 e la mezzanotte. Anche le precipitazioni sono state intense con circa 27 mm raccolti in meno di un'ora a Pruniers (Indre) mentre si verificavano violente raffiche di vento, che occasionalmente raggiungevano o superavano i 100 km/h. Sono stati così misurati picchi a 98 km/h a Bourges o 107 km/h a Rosnay. Ma ancora una volta sono state le grandinate a fare più danni con chicchi di grandine appena più piccoli che a Deux-Sèvres, circa 6 cm di diametro, equivalenti a una pallina da tennis.

La regione di Châteauroux è stata la più colpita con una quindicina di comuni dove si registrano danni per un totale di 150 edifici interessati, nella maggior parte dei casi tetti di case danneggiati.

Centinaia di veicoli sono stati danneggiati, con carrozzeria gravemente danneggiata e parabrezza con numerosi urti o addirittura completamente distrutti. I vigili del fuoco dell'Indre hanno così effettuato circa 250 interventi tra sera e notte in questo dipartimento maggiormente colpito dai fulmini, con oltre 10.000 fulmini registrati.

In totale in Francia, tra l'inizio del pomeriggio di ieri e la notte scorsa, più di 65.000 lampi hanno illuminato il cielo per circa 18.000 impatti al suolo. A seguito di questo episodio di maltempo, il più significativo dall'inizio della stagione dei temporali, le temperature sono letteralmente crollate con una perdita fino a 13 o 14°C in 24 ore nel sud-ovest. A Bordeaux il mercurio è passato dai 33°C di domenica agli appena 20°C di questo lunedì, proprio come ad Aurillac, dove i termometri non superavano più i 17°C stamattina, mentre mostravano 31°C la notte prima...