Ultimo giorno di COP25 a Madrid, ore decisive

Mancano poche ore alla fine della COP25 di Madrid. Ci sono difficoltà nelle trattative fra paesi su aspetti tecnici. Nel frattempo, in un giorno di forte vento nella capitale di Spagna, Greenpeace ha manifestato con una azione proprio all'ingresso del vertice.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 13 Dic 2019 - 14:39 UTC

Mancano poche ore alla fine della COP25, la conferenza ONU iniziata lo scorso 2 dicembre a Madrid e che abbiamo seguito con attenzione su Meteored. Sono momenti decisivi per sapere se le trattative fra paesi, su aspetti tecnici relativi ai sistemi di mercato di carbonio, avranno successo. Al momento, le notizie non sono buone ed i negoziati si sono arenati per le resistenza di alcune paesi, come Brasile e Polonia.

Oggi ancora migliaia di persone affollano i padiglioni della Fiera di Madrid, ma le sale in cui nei giorni scorsi si sono tenuti centinaia di side event, conferenze e plenarie, iniziano a svuotarsi. Fuori, in una mattinata di fortissimo vento a Madrid, proprio davanti l'ingresso della COP25 c'è stata una manifestazione di Greenpeace.

attivisti di Greenpeace si sono arrampicati sui piloni della zona parcheggio, dispiegando striscioni con scritte come: "il clima non è un business" e criticando i risultati della conferenza Onu. Oggi si terrà anche una protesta del movimento Fridays for Future proprio davanti la Feria de Madrid.

Pubblicità