L'uragano Grace impatta sulle coste messicane: video

Dopo essersi intensificata sui Caraibi Grace ha impattato lungo le coste caraibiche messicane, con venti medi sostenuti che hanno raggiunto i 130 km/h.

La stagione degli uragani e delle tempeste tropicali è appena iniziata sull’area atlantica. In queste ore a far parlare di sé è proprio l’uragano “Grace” che nei giorni scorsi si è sviluppato fra l’Atlantico tropicale orientale e i Caraibi. Entrando sul caldo mar dei Caraibi, e muovendosi verso ovest ad una velocità costante di circa 20 km/h, si è ulteriormente intensificato, fino a trasformarsi in un insidioso uragano di 1^ categoria sulla scala Saffir-Simpson, con venti medi sostenuti fino a 130 km/h nell’area attorno il nucleo centrale della tempesta.

Nelle ultime ore l'uragano “Grace”, dopo essersi ulteriormente intensificato, si è abbattuto sulla costa caraibica del Messico appena a sud degli antichi templi Maya di Tulum, scoperchiando i tetti di alcune case, lasciando senza elettricità migliaia di persone e tenendo i turisti lontani dalle spiagge mentre attraversava la penisola dello Yucatan. La spinta attraverso terra ha indebolito l'uragano che è tornato alla forza di tempesta tropicale puntando verso le calde acque superficiali del Golfo del Messico. Il National Hurricane Center degli Stati Uniti afferma che sta riprendendo forza mentre si dirige verso la terraferma messicana dove ci si aspetta un nuovo impatto. I forti venti hanno abbattuto alberi, segnali stradali e strutture più fragili sulla costa caraibica. I forti venti hanno determinato pure intense risacche e mareggiate.