Violenta supercella in Cina provoca numerose vittime: i video

Una violenta supercella ha colpito la provincia cinese dello Jiangsu, provocando 11 morti e 102 feriti, oltre a danni ingentissimi: ecco i video.

Una violenta ondata di maltempo, lo scorso fine settimana, ha duramente colpito l’area dello Jiangsu, una provincia della Repubblica Popolare Cinese, collocata lungo la costa est della nazione asiatica. I violenti temporali sono stati provocati da pericolosi temporali a supercella che si sono rapidamente formati in serata, nel vicino retroterra. Le supercelle, muovendosi verso l’area costiera, hanno causato forti grandinate, di grosse dimensioni, e impressionanti raffiche di vento, che in alcuni punti hanno oltrepassato la soglia dei 150 km/h.

Il temporale estremo ha duramente colpito la città di Nantong, non lontano da Shanghai, risultata una delle zone più colpite. In alcuni quartieri le fortissime raffiche di vento, colpendo zone fortemente urbanizzate, hanno seriamente danneggiato diversi edifici e abitazioni civili, sradicando alberi e cartelli stradali. Lungo la costa le raffiche, sino a 150 km/h, hanno ribaltato pure una imbarcazione. Purtroppo questi temporali hanno provocato la morte di 11 persone, mentre ben 102 risultano i feriti, come confermato da diverse agenzie di stampa internazionali.

In realtà temporali così estremi in Cina non sono una novità, soprattutto in questo periodo dell’anno. Nelle pianure centrali e orientali della Cina in estate si possono toccare valori di instabilità latente elevatissimi, con il “Cape” (energia potenziale disponibile alla convezione) che raggiunge localmente i 6000 J/kg. Un valore incredibilmente notevole, accompagnato da valori termici elevati (sopra i +30°C +32°C) e umidità relativa superiore all’85-90 % che costruiscono l’ambiente ideale per lo sviluppo di temporali di estrema potenza.