ilmeteo.net

Violenti temporali e grandinate al Nord, nuovi fenomeni in arrivo

Sono notevoli i danni provocati dalle grandinate, ma soprattutto dalle fortissime raffiche di vento che hanno colpito vaste aree del nord Italia. Scoperchiata una scuola a Cortina.

In questi primi giorni il mese di giugno sta seguendo un tipo di trend, già descritto nelle nostre previsioni stagionali. Dopo il caldo anomalo dei giorni scorsi, l’arrivo di spifferi di aria più fredda e secca, dalla vicina Francia, ha fatto scoppiare temporali, anche particolarmente violenti, su diverse aree del nord Italia. Dopo aver interessato dapprima il Piemonte e la Lombardia i temporali si sono spostati verso il Veneto e il Trentino Alto Adige, causando forti raffiche di vento, con grandine grossa che ha causato danni e distrutto auto.

Ad essere colpita dalla grandine di queste ore è in particolare la sponda orientale del lago di Garda. Nel veronese sono stati registrati allagamenti che hanno reso necessario, in alcuni casi, l’intervento dei Vigili del fuoco. Le zone maggiormente colpite dell’Alto Adige sono state l’Alta Val d’Isarco e la Val Passiria.

Fortunatamente non si segnalano persone coinvolte, ma alcuni importanti danni dal Bellunese al Trentino orientale, causati in gran parte dalle forti raffiche di vento, che hanno accompagnato i temporali. A Cortina il vento ha scoperchiato il tetto della scuola elementare Duca D’Aosta che si trova a pochi passi da Corso Italia. L’istituto resterà chiuso oggi, in attesa di stilare l’elenco dei danni. Il sindaco Giampietro Ghedina ha emesso un’ordinanza di chiusura del secondo piano dell’edificio già ieri sera.

Diverse le chiamate ai vigili del fuoco per alberi, piante e rami caduti, anche a Trento città, tegole pericolanti, tetti scoperchiati. Danni in agricoltura, ancora non quantificabili. I fenomeni più violenti sono in esaurimento. Dopo una breve pausa domani piogge e temporali, localmente anche intensi, domani torneranno a colpire Alpi, Prealpi, gran parte del Piemonte, ovest Emilia, Lombardia e Veneto, soprattutto nel pomeriggio. Attesi fenomeni anche di forte intensità e localmente accompagnati da grandine e colpi di vento, specie fra alta Lombardia, Veneto settentrionale e Friuli.