Ennesima ondata di caldo, quando finirà l’estate?

Passato Ferragosto, l’estate non va nel cassetto e arriva una nuova onda di calore a cui seguiranno temporali anche intensi. Ecco la tendenza per la seconda metà di agosto.

Luca Lombroso Luca Lombroso 16 Ago 2019 - 10:46 UTC
L'estate 2019 vedrà alternarsi ondate di caldo a temporali anche intensi. Queste condizioni si ripeteranno nella seconda metà di agosto.

Fino a fine XX secolo nella seconda metà del mese era frequente la "burrasca di ferragosto", che poneva di fatto fine alle giornate calde e pienamente estive. Ora, complice la nuova normalità indotta dalla crisi climatica, i riferimenti di climatologia storica stanno cambiando sotto i nostri occhi.

Grazie, si fa per dire, alla nuova espansione dell’anticiclone subtropicale africano il caldo riprenderà vigore per la gioia di chi può stare, o deve ancora andare, al mare o in montagna. È bene comunque ricordare che questo aspetto apparentemente positivo del riscaldamento globale è ampiamente annullato dai tanti impatti negativi, primo fra tutti i temporali che, quando arrivano dopo giornate eccessivamente calde non mancano di produrre danni.

Insomma, una volta di più l’estate 2019 si può definire “calda e temporalesca”. E così pare che sarà anche la seconda parte di agosto, specie verso fine mese.

Fino al 20 agosto caldo mio non ti riconosco!

La nuova ondata di caldo sarà piuttosto intensa, anche se non da record. Sarà comunque un caldo decisamente sopra la media, con 35-38°C in molte zone d’Italia; valori anomali, 6-8°C sopra le medie stagionali.

La lingua di caldo dall’Africa porterà di nuovo l’isoterma attorno ai +20°C a 850 hPa fin sulle Alpi fra martedì e mercoledì. In concreto, questo significa una nuova sofferenza per i ghiacciai alpini, a causa della risalita dello zero termico a 4500 m circa.

Il massimo del caldo in montagna sarà domenica, in quanto il tempo sarà più stabile, con solo sporadici rovesci di calore, poi a inizio settimana i temporali lungo le Alpi si faranno più frequenti e intensi a causa dell’intensificarsi del caldo nei fondovalle, in Valpadana e naturalmente anche nelle pianure del centro-sud.

Le città più calde

Per quanto riguarda le città, saranno Bologna e Firenze a primeggiare fra le più calde del centro-nord, con temperature massime in aumento da 34-35°C per domenica a 36-37°C martedì. Per Milano la giornata più calda sarà lunedì, con 32-33°C e umidità molto alta, mentre a Torino già martedì i temporali abbasseranno sui 26-28°C i termometri.

In Sardegna previsti sui 34-35°C a Oristano e 36-38°C nelle zone interne; a Roma, previsti da 34 a 38°C a seconda dei rioni della città, soggetta al noto fenomeno dell'isola di calore urbano. Caldissimo nelle pianure del sud, ad esempio martedì e anche mercoledì attesi 38-40°C a Foggia, 36-38°C a Benevento, 34-36°C a Caltanisetta. Le città costiere al solito beneficeranno dell’effetto mitigante del mare, fermandosi a 32-34°C, a prezzo di afa molto forte alla sera al calar del vento.

Fine mese con rinfrescata e altri temporali

Al nord, già fra martedì 20 e mercoledì 21 i temporali sconfineranno dalle Alpi alla Valpadana, dove l’aria calda e umida che vi ristagna sarà combustibile per temporali anche molto intensi, ma prematuro da definire come dove e quanto colpiranno.

Quella che invece assomiglia alla classica burrasca di dopo ferragosto potrebbe arrivare attorno al 24-25 del mese. In quei giorni, una goccia di aria fredda più organizzata, con annessa saccatura in quota potrebbe transitare e approfondirsi interessando coi sui temporali il centro e probabilmente anche il sud Italia. Probabile anche l’ingresso di maestrale in Sardegna e nei mari occidentali e di bora sull’alto e medio Adriatico.

Dal punto di vista termico, si delinea un calo generalizzato di 6-8°C o forse anche più, con temperature più che gradevoli per un paio di giorni, sui 24-26°C al nord e 28-30°C al centro-sud. Lo zero termico è previsto in calo a 3000 m sulle Alpi. Risulterà curioso vedere una possibile imbiancata delle cime più alte delle Alpi e di alcuni passi in alta quota come lo Stelvio, ma in realtà in questa stazione non è un fatto raro, anzi.

Ma l’estate finirà?

Pur con le dovute incertezze, quella del 24-25 agosto sarà una bella e necessaria rinfrescata, ma non sembra in grado di archiviare l’estate. Anzi, qualche linea di tendenza delinea l’eventualità di caldo tardivo a fine mese. Difficile dunque dire quando finirà l'estate 2019.

Quel che è certo è che, sul calendario meteorologico l’estate terminerà il 31 agosto e su quello astronomico il 22 settembre alle 07:50 UTC. Seguite le nostre previsioni perché di questi tempi le sorprese, soprattutto calde, non mancano!

Pubblicità