StoreWindows10

La settimana inizia con temporali sull’Italia

Continua l'instabilità meteo sull'Italia: dopo i nubifragi degli ultimi giorni, ancora temporali su molte regioni italiane. Le cose potrebbero cambiare nella seconda parte della settimana: vediamo i dettagli.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 21 Mag 2018 - 08:34 UTC
temporale-maltempo
Ancora maltempo sull'Italia con temporali e nubifragi

Ancora instabilità in questo mese di maggio 2018. Temporali, grandinate, acquazzoni e grande variabilità continuano ad interessare l’Italia, da nord a sud. Tutti fenomeni meteo tipici della primavera, una stagione di transizione. Ieri gli acquazzoni hanno interessato diverse zone d’Italia, soprattutto al nord ed al centro.

A Roma, a causa di un nubifragio, è stata sospesa ieri temporaneamente la finale degli Internazionali di Tennis. In Toscana invece, in provincia di Siena, un nubifragio molto violento ha colpito un’area relativamente piccola creando però allagamenti e danni. Nubifragi con decine di millimetri di accumulo a Milano e Como, a Terni e a sud di Roma.

Ancora temporali, almeno fino a mercoledì

Da oggi a mercoledì i temporali continueranno ad interessare molte località italiane. Complice un nucleo di aria più fresca, avremo condizioni meteo molto instabili nella prima parte della settimana. Saranno interessate sia le regioni settentrionali che quelle centrali e meridionali. Maltempo anche sulle Isole. Insomma, temporali ed acquazzoni non risparmieranno nessuna regione.

Le piogge potranno essere localmente molto intense. Come accade quando si verificano temporali primaverili, è estremamente difficile prevedere con giorni di anticipo quando e dove pioverà di più. Anche per questo conviene seguire la situazione meteo con le mappe di pioggia, i modelli e le allerte meteo diramate dalla Protezione Civile e dalle Regioni.

Per chi ama guardare il cielo e le nuvole, in questi giorni sarà facile vedere i bellissimi cumulonembi, le enormi nuvole tipiche dei temporali, con la loro struttura tipica riconoscibile anche a decine di chilometri di distanza.

Temperature miti

Nel frattempo, le temperature si manterranno su valori primaverili, ma miti. Dopo la “rinfrescata” della settimana scorsa, durante la quale è tornata anche la neve sui rilievi alpini ed appenninici e le massime erano scese sotto i 20°C, le massime si manterranno in generale al di sopra dei 20°C. La svolta potrebbe arrivare nella seconda parte della settimana, quando il mese di maggio potrebbe regalarci il primo assaggio di estate.

Una stagione che, meteorologicamente parlando, è ormai molto vicina. Le temperature potrebbero aumentare su valori più alti, e la situazione dovrebbe stabilizzarsi sul territorio italiano. Il condizionale è d’obbligo, e sarà meglio aspettare i prossimi aggiornamenti per avere un quadro più chiaro su quale sarà la situazione nel fine settimana.

Pubblicità