Previsioni: calma meteo e venerdì in piazza per “Climate Strike”

Oggi ultime piogge al Sud poi finale di settimana stabile. Ed il tempo atmosferico sarà clemente in tutta Italia nelle piazze che accoglieranno le migliaia di ragazzi impegnati nello sciopero per il clima.

Marco Virgilio Marco Virgilio 14 Mar 2019 - 09:30 UTC
pianeta-terra
Le previsioni meteo per il fine settimana ed ua menzione alle mobilitazioni del 15 marzo per il clima.

Se oggi potrà ancora piovere sulle regioni del centrosud, con fenomeni in progressiva attenuazione entro la sera, tra venerdì e domenica la circolazione atmosferica sull’Italia sarà favorevole a giornate prevalentemente stabili e con ben pochi sussulti meteorologici, solo un po’ di variabilità con maggiori addensamenti domenica. A farci vivere intensamente questo giro di boa di metà mese sarà invece la grande mobilitazione internazionale degli studenti di venerdì 15, lo “Sciopero per il Clima”. Ispirato dall’iniziativa della giovane studentessa svedese Greta Thunberg, richiamerà migliaia di ragazzi, speriamo anche tanti adulti, nelle piazze di tutto il mondo, Italia compresa.

Questa giornata rappresenta un momento alto di partecipazione, di condivisione globale della richiesta chiara e forte dei giovani ai governi di mettere in atto azioni concrete contro il riscaldamento climatico. Una giornata straordinaria che potrà trasformarsi in un impegno ordinario verso un obiettivo comune per tutta l’umanità: apertura verso il cambiamento delle nostre abitudini e al progetto di modelli di sviluppo sostenibili per quella che il comandante dell’Apollo 11 Neil Armstrong, primo uomo a calpestare il suolo lunare, chiamava l’astronave Terra. Io sarò con ragazzi e adulti nelle vie e nelle piazze e mi auguro che genitori, dirigenti scolastici ed insegnanti comprendano l’importanza di questo momento storico, dei rischi reali e prossimi nel tempo associati al cambiamento climatico, della necessità di sostenere figli e nipoti in questo movimento di speranza.

Previsioni meteo per il fine settimana

Veniamo alle previsioni meteo: come anticipato il prossimo sarà un week-end meteorologicamente tranquillo, nessun fenomeno di rilievo da segnalare. Purtroppo, quest'ultimo, è certamente un dato preoccupante in quanto continuerà il clima siccitoso al nord che sta cominciando a divenire davvero preoccupante per il Piemonte e la Lombardia occidentale. In queste zone ormai da mesi non si riesce a vedere una perturbazione capace di lenire almeno parzialmente il poverissimo bilancio pluviometrico. Un fronte più generoso, ma solo per il nordest, porterà piogge e neve sui monti nella giornata di lunedì.

Evoluzione a breve termine

Giovedì ancora piogge sulle regioni centrali adriatiche e al sud, Sicilia compresa. Forse qualche pioggia si manifesterà anche sulla Sardegna nordoccidentale. Sulle altre regioni cielo sereno o poco nuvoloso con tendenza in serata a maggiore nuvolosità sulle Alpi dove sarà possibile qualche debole pioggia e nevicata sopra i 700 metri. Venerdì più nubi sul basso Tirreno e le aree costiere affacciate sul mare oltre che sulla Sardegna occidentale. Tra Calabria e Sicilia tirreniche non esclusa qualche debole pioggia. Altrove sole ovunque o al massimo un po’ di variabilità nuvolosa salvo maggiori addensamenti lungo le Alpi di confine con qualche debole precipitazione a tratti. Già in questa fase temperatura in apprezzabile aumento in quota a partire da occidente.

Il tempo del week-end

Ben poco da segnalare per la fine settimana con un sabato caratterizzato dal bel tempo al netto di parziali annuvolamenti su nordest e regioni centrali tirreniche. Non esclusa qualche pioviggine tra Lazio e Campania. Domenica ancora stabilità ma con incremento dell'umidità nei bassi strati al nord dove aumenterà la nuvolosità con associata qualche debole pioggia su levante ligure, nelle zone interne della pianura Padana e a ridosso delle Prealpi. Foschie e nebbie nelle ore più fredde in Val Padana. Sulle altre regioni tra poco nuvoloso e irregolarmente nuvoloso. Clima mite ovunque con valori massimi compresi tra 18 e 23 gradi, clima decisamente caldo sabato in pianura Padana.

Tendenza successiva

La prossima settimana arriverà una perturbazione sul nord Italia ma sarà più attiva sul settore centrorientale con previsione attuale di piogge moderate o abbondanti solo su Alpi orientali e nelle zone interne comprese tra Lombardia orientale e Friuli Venezia Giulia. Un’occasione per mitigare la sete d’acqua su queste aree ma non sulla pianura Padana centroccidentale che ne avrebbe particolarmente bisogno. E successivamente potrebbe aprirsi nuovo periodo anticiclonico.

Pubblicità