Previsioni: tra week-end instabile e primi indizi pasquali

Una circolazione depressionaria sui mari italiani seguiterà a mantenere condizioni di instabilità atmosferica su gran parte delle regioni nella fine settimana. Primi meteo-pensieri pasquali.

Marco Virgilio Marco Virgilio 11 Apr 2019 - 12:56 UTC
METEO WEEKEND
Nei prossimi giorni e nel week-end tempo variabile e sarà meglio avere a portata di mano l'ombrello

Lo schema circolatorio attuale contempla che l’Italia si trovi sistematicamente interessata da campi di bassa pressione non particolarmente intensi ma sufficienti a generare condizioni di instabilità atmosferica di chiaro stampo primaverile. Perché tutto ciò? E quanto potrà durare? Per rispondere alle domande esaminiamo velocemente cosa accadrà nei prossimi giorni al livello del mare e alla quota di 5500 metri.

La situazione sull'Europa: analisi sinottica

Partendo dai campi di pressione in quota (modello ECMWF) notiamo che l’anticiclone atlantico si manterrà proteso verso le latitudini settentrionali, fino al nord Atlantico e alla Scandinavia. Lungo il suo bordo orientale una depressione ormai a ridosso dei Paesi Baltici, alimentata da aria abbastanza fredda, è destinata a scivolare verso sudovest per arrivare, indebolita ma vegeta, a posizionarsi tra Francia orientale e centronord Italia domenica 14. Al suolo proseguirà il vigoroso braccio di ferro tra la depressione d’Islanda ed un vasto anticiclone scandinavo, con Mediterraneo centro-orientale immerso in una blanda “palude” depressionaria (modello ECMWF).

Cosa ci racconta questa analisi? Che il tempo si manterrà instabile sull’Italia almeno fino a lunedì 15, nella fine settimana maggiore diffusione e accentuazione dei fenomeni nella giornata di domenica.

Previsione a breve termine

Giovedì e venerdì instabilità generalizzata con cielo tra parzialmente nuvoloso e, a fasi alterne, molto nuvoloso. Possibilità di piogge sparse, deboli o al massimo moderate. Difficile dire dove pioverà, si tratta di una situazione poco definita determinata da fronti poco organizzati. Si può affermare che ci sono le condizioni affinché possa fare piogge o rovesci a carattere sparso ovunque ma che in molti casi in realtà potremmo avere tempo discretamente soleggiato e non vedere molta acqua. Ci giochiamo la classica "1X2", non per poca voglia di sbilanciarsi, è proprio la situazione generale che ce lo impone, la primavera se vogliamo. Comunque, venerdì leggermente meglio il centronord rispetto al centrosud.

Il tempo del week-end

Sabato al nord piovaschi e qualche debole nevicata a quote variabili tra i 1000 ed i 1600 metri su Alpi, Prealpi e Appennino ligure, variabile sulle regioni centrali con possibilità di piogge sparse e acquazzoni su zone interne di Marche, Umbria e Lazio. Maggiore propensione per piogge sparse e rovesci al sud e sulle isole maggiori. Clima relativamente fresco con temperature massime comprese tra 14 e 17 gradi su tutta la penisola.

Domenica arriva la depressione proveniente dal Mar Baltico con minimo in ingresso sul Mar Ligure ed in successiva discesa verso il medio Tirreno. Molte nubi su tutte le regioni con piogge e rovesci, anche temporaleschi, in progressiva estensione da nord a sud. Con una eccezione: il Friuli Venezia Giulia che resterà quasi del tutto fuori dai giochi registrando solo parziale nuvolosità e qualche piovasco minore, specie a ridosso dei rilievi. Neve fino a 600 metri di quota in Piemonte e Valle d’Aosta, attorno a 800/1200 metri sul resto delle Alpi, sopra i 1400 lungo l’Appennino.

Tendenza: che dire di Pasqua e Pasquetta a questo punto della storia?

Onestamente ancora poco! Ma qualcosa di ragionevole si può azzardare: dal punto di vista termico dovremmo registrare valori di temperatura di poco superiori alle medie del periodo su tutta la penisola.

Pioggia o sole? Ovviamente questo è il dilemma principale che al momento non può essere risolto. Dovessi scommettere su uno scenario, basandomi su valutazioni statistiche e periodo stagionale, immagino ancora una certa variabilità, forse un po’ più accentuata al centrosud in questo caso.
Per notizie più consolidate vi do appuntamento a mercoledì 17.

Pubblicità