Previsioni: variabilità e temporali in un contesto caldo

Nei prossimi giorni, fino al week-end e oltre, il tempo assumerà caratteristiche di variabilità con sole alternato a rovesci o temporali su quasi tutte le regioni. Le temperature rimarranno più elevate della media al centronord.

Marco Virgilio Marco Virgilio 22 Ago 2019 - 15:32 UTC
PREVISIONI METEO
Non mancheranno sole e caldo ma nei prossimi giorni aumenta il rischio temporali su quasi tutte le regioni italiane.

L’evoluzione atmosferica si sta indirizzando verso un dominio di campi livellati di pressione al suolo mentre in quota, al contempo, insisteranno condizioni debolmente depressionarie. In generale le masse d’aria che interesseranno l’Italia saranno comunque calde, più vicine ai valori medi al sud mentre l’anomalia termica alla quota di 1500 metri sarà positiva al centronord.

La forbice tra i valori medi del periodo ed i valori attesi tra oggi e domenica sarà via via più ampia procedendo dalle regioni centrali verso quelle settentrionali.

Con un campo livellato al suolo ed un campo depressionario in quota presenti sui mari italiani non possiamo che aspettarci un tipo di tempo variabile con fasi di maggior soleggiamento al mattino e fasi più instabili nelle ore più calde.

Questa, naturalmente, è un’indicazione media delle caratteristiche meteorologiche, non significa che in alcune aree del paese non possano verificarsi rovesci o temporali anche nella prima parte della giornata. La presenza di aria calda e le condizioni favorevoli ai moti convettivi potrebbero generare sistemi nuvolosi forieri di rovesci localmente intensi e qualche temporale di forte intensità.

Depressione in arrivo dal Golfo del Leone

L’analisi odierna dei prossimi movimenti in quota indica l’intenzione di una circolazione depressionaria attualmente sul Golfo del Leone di trasferire i suoi minimi tra Alto Tirreno e zone interne appenniniche limitrofe entro venerdì 23.

Già nella giornata odierna, giovedì, si sono verificati diversi rovesci e temporali sulle regioni nordoccidentali, sulle Alpi in genere e lungo la dorsale appenninica fino al Lazio.

Anche venerdì le condizioni meteorologiche avranno caratteristiche simili con tempo più instabile su Piemonte ed ovest Lombardia ma rovesci e temporali si avranno anche su Alpi e Appennino centrosettentrionale, coste liguri di levante e coste dell’alta Toscana. I fenomeni tenderanno a manifestarsi locali o a carattere sparso anche su Sardegna e Sicilia.

Il tempo del week-end

Sabato variabilità su tutte le regioni con tempo tra soleggiato e parzialmente nuvoloso. Nel corso della giornata si potranno formare locali addensamenti a tratti intensi ed associati a rovesci, anche temporaleschi, meno probabili tra Puglia e Basilicata.

Qualche temporale potrà risultare forte e accompagnato da grandine o colpi di vento. A parte la diminuzione di temperatura nelle aree interessate da piogge in genere farà sempre piuttosto caldo con valori massimi compresi tra 28 e 32 gradi al nord e punte fino a 34 sull’estremo sud. Dato il tasso di umidità relativa si farà sentire anche l’afa.

Domenica 25 poche modifiche della situazione con tempo sempre variabile: a periodi di maggior soleggiamento si alterneranno annuvolamenti localmente intensi ed associati a rovesci e temporali. Nella giornata festiva sembrano al momento meno esposte ai fenomeni le zone del nordovest, la Puglia e la Sicilia. Temperature invariate con caldo afoso, clima temporaneamente più fresco solo nelle località interessate da piogge e temporali.

Variabile, caldo e piuttosto afoso

L’inizio della prossima settimana non dovrebbe ancora registrare cambiamenti decisi nella configurazione dei campi di pressione. L’estate sarà ancora in forma ma con qualche smagliatura in quota che permetterà nel corso della giornata la formazione di celle temporalesche, questa volta più probabili sulle regioni centrosettentrionali.

Fino a martedì 27 continuerà a fare abbastanza caldo con temperature massime attorno ai 30/34 gradi, soprattutto a nordest e sulle aree centromeridionali italiane. Solo mercoledì potrebbe rinfrescare un po’ a nordovest. Va anche sottolineato che le elaborazioni Ensemble mostrano valori di temperatura sempre superiori alle medie del periodo almeno fino alla prima settimana di settembre.

Pubblicità