21 luglio 1983, la temperatura più bassa mai registrata sulla Terra

Da quando vengono registrate le temperature, mai un termometro aveva registrato una minima così bassa come quella del 21 luglio 1983. Ecco dove e quale fu il valore registrato.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 21 Lug 2019 - 08:46 UTC
vostok-temperatura
La temperatura più bassa mai registrata è stata rilevata in una stazione di ricerca russa, nel luglio 1983. Photograph by Josh Landis, courtesy U.S. Antarctic Program

Era il 21 luglio del 1983 quando scienziati russi registrarono, nella stazione di ricerca di Vostok, in Antartide, la temperatura più bassa mai rilevata. Il termometro segnò quel giorno un valore di -89 gradi Celsius (-129 gradi Fahrenheit).

Bisogna aggiungere che questa era la temperatura dell'aria e che non prendeva in considerazione l'effetto wind-chill, cioè la presenza del gelido vento dell'Antartico. Con quelle condizioni, la temperatura percepita era ancora più bassa. Insomma: -89°C, ottantanove gradi sotto lo zero! Un valore davvero difficile da immaginare.

Condizioni meteo eccezionali

Da una ricostruzione fatta dagli scienziati, quel giorno la stazione di ricerca di Vostok si trovava al centro di uno "spot" di freddo estremo, condizioni meteorologiche eccezionali addirittura per l'Antartide. Il record del 21 luglio 1983 è certificato dal World Meteorological Organization, ed è una temperatura misurata direttamente a terra a circa due metri dal suolo.

Un nuovo record nel 2010

Più recentemente però, il 10 agosto del 2010, un satellite ha misurato una temperatura ancora più bassa. Stavolta la misurazione non è avvenuta a terra ma è rilevata da satellite con apposite tecnologie. Quel giorno di nove anni fa, venne raggiunta la temperatura minima di -93,2°C. Ancora una volta, era in Antartide il posto più freddo della Terra!

Sono temperature davvero difficili da immaginare, se si pensa che già una minima di dieci gradi sotto zero, almeno in Italia, è un evento eccezionale. Avrete notato che entrambe le temperature più basse di sempre sono state registrate nei mesi di luglio ed agosto. Il motivo è che in quei mesi l'Antartide si trova nel pieno dell'inverno australe.

La lunga notte antartica

Sono mesi di notte perpetua, nei quali le grandi estensioni ghiacciate del Polo Sud vengono spazzate da gelidi venti. Del resto, si può andare a visitare sul nostro sito, per curiosità, la temperatura minima prevista oggi in stazioni di ricerca come quella di Amundsen-Scott, o Mc Murdo. I valori previsti per oggi fanno letteralmente rabbrividire.

I ricercatori hanno stabilito una relazione fra temperature minime molto basse e giornate estremamente secche e limpide. Bisogna ricordare anche che molte aree dell'Antartide si trovano in quota.

Pubblicità