Quali alberi fioriscono a febbraio?

Siamo ancora nel pieno dell'inverno, ma si iniziano a intravedere i primi segnali di risveglio della vegetazione. Quali alberi fioriscono a febbraio?

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 06 Feb 2019 - 11:08 UTC

A febbraio si iniziano a notare i primi segni del risveglio della vegetazione. Ovviamente parliamo della vegetazione caducifoglia, quella che in autunno perde le foglie. E parliamo delle zone d'Italia più miti. In montagna, ad esempio, bisogna aspettare ancora del tempo. È a febbraio che, nonostante ci si trovi ancora nel pieno dell'inverno, bellissime fioriture ci fanno pensare che la primavera in fondo non è molto lontana.

Il mandorlo

Una tipica fioritura di questo periodo è quella del mandorlo. I suoi fiori sono bianchi, o leggermente rosati, mentre la parte centrale ha una colorazione più scura ed accesa, per guidare gli insetti impollinatori. Introdotte in Italia probabilmente dai Fenici, dalla Grecia, queste piante fioriscono nei luoghi più miti d'Italia già fra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio. Nelle zone più fredde bisognerà aspettare ancora qualche settimana.

La mimosa

Altro albero che fiorisce a partire da febbraio (a volte anche da fine gennaio, dipende dal clima), è la Acacia dealbata, conosciuta popolarmente come mimosa. È una pianta originaria della Tasmania (Australia) che è stata introdotta in Europa nel XIX secolo come pianta ornamentale. In Italia è molto diffusa sulla costa tirrenica, al meridione e nell'area dei laghi del Nord. Le fioriture gialle sono bellissime.

Il corniolo ed il nocciolo

Altro bell'albero che inizia a fiorire a febbraio è il corniolo (Cornus mas). Quest'albero, che cresce spontaneamente in molte zone d'Italia, nei boschi fino a quote superiori i 1000 metri, ha dei bei fiori gialli che regalano spettacoli molto belli, specie quando in contrasto con il bianco della neve. Una fioritura meno appariscente ma molto interessante, e che può iniziare già a dicembre continuando poi a gennaio e febbraio è quella del nocciolo. La stessa pianta porta fiori sia maschili che femminili, separati fra di loro. I fiori maschili hanno una forma particolare, come delle spighe pendule: sembrano code di gatto, e per questo sono chiamati amenti o gattini.

Fiori nei prati

Fin qui abbiamo parlato di alberi, ma ci sono anche i fiori di campo. A febbraio sbocciano i narcisi e le pratoline, ad esempio. E già a gennaio, in pieno inverno, erano sbocciati fiori come il bucaneve e l'elleboro.

Pubblicità