StoreWindows10

Tornado più violenti in Italia per il riscaldamento del Mediterraneo

L'intensità dei tornado nel Mediterraneo potrebbe crescere sempre più a causa dei cambiamenti climatici: i risultati di un recente studio.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 15 Giu 2018 - 09:46 UTC
tornado-italia
Trombe d'aria e trombe marine sempre più violente in Italia a causa dei cambiamenti climatici

Le trombe d'aria in Italia ci sono sempre state, capaci di creare gravi danni e purtroppo anche vittime. È successo in passato e le cronache ce lo confermano, anche in questi giorni. Negli ultimi anni, di fronte al rapido riscaldamento globale provocato dalle attività umane, l'attenzione degli studiosi si è concentrata sul possibile aumento di questi fenomeni nel mar Mediterraneo.

Gli studi su questo campo non sono facili, perché a differenza di altre aree del globo mancano ancora dati sul lungo periodo. Inoltre si tratta di fenomeni meteo molto complessi e legati a tantissime variabili. Diversi studi ipotizzano comunque un aumento della loro frequenza.

Più di mille tornado in dieci anni

Un recente studio realizzato da ricercatori del CNR e dell'Università di Atene, è riuscito a fare un conteggio di tutti i tornado (trombe d'aria) e trombe marine che si sono verificate in Italia dal 2007 al 2016 ed i numeri sono sorprendenti. In dieci anni sono stati circa mille i fenomeni di questo tipo: la maggior parte, oltre 700, sono state trombe marine, mentre i tornado sono stati 371. Le aree più colpite dai tornado sono state Lazio, Toscana, pianura veneta e Puglia meridionale.

Riscaldamento del Mediterraneo: aumenta l'intensità dei tornado

Un altro studio, pubblicato a fine 2017 su Nature-Scientific Report, ha messo in luce un altro aspetto che dovrebbe preoccupare: l'aumento di intensità dei tornado legato al riscaldamento della superficie dei mari. I ricercatori hanno studiato un tornado avvenuto in Puglia nel novembre del 2012, nella zona di Taranto, che causò una vittima ed oltre 60 milioni di euro di danni.

I risultati mostrano una correlazione fra l'intensità del tornado ed il riscaldamento del mar Ionio, che in quel periodo era più caldo di 1°C rispetto alla media. Il dato preoccupante è che al crescere dell'anomalia di temperatura della superficie dei mari, l'intensità di questi fenomeni potrebbe crescere fortemente. Il riscaldamento della superficie marina incrementa l'intensità delle trombe d'aria in un modo non lineare. In sostanza, mari sempre più caldi a causa dei cambiamenti climatici, e tornado sempre più violenti. Uno scenario che andrà tenuto in conto nel prossimo futuro.

Pubblicità