ilmeteo.net

A Milano 5 giorni dedicati al clima, in vista della COP26 di Glasgow

A Milano si tiene questa settimana la conferenza Youth4Climate e la Pre-COP26, in vista della conferenza sul clima di Glasgow che inizierà fra un mese. Presente anche Greta Thunberg, con un discorso che ha criticato l'inazione dei governi di fronte alla crisi climatica.

Ad inizio novembre si terrà la COP26 di Glasgow, organizzata da Regno Unito e Italia. A Milano si tiene a fine settembre la Pre-COP26 e la conferenza Youth4Climate.

Si apre il 28 settembre a Milano una cinque giorni all'insegna dell'ambiente e del clima, con i due eventi internazionali Youth4Climate, voluto dal governo italiano, e Pre-Cop26, in vista della Cop26 di Glasgow che si terrà fra poco più di un mese. Entrambi gli eventi si terranno presso il centro congressi Mico del capoluogo lombardo.

Youth4Climate

Da martedì 28 settembre a giovedì 30 si terrà a Milano la Youth4Climate, la conferenza del giovani sul clima. È un evento nuovo, voluto appositamente dal governo italiano che organizza quest'anno, insieme alla Gran Bretagna, la conferenza annuale sul clima dell'Onu, la Cop26, che si terrà a Glasgow tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre.

Alla Youth4Climate, quattrocento giovani provenienti da tutto il mondo discuteranno della crisi climatica e di come affrontarla. Gli attivisti saranno due per paese, e l'Italia sarà rappresentata dagli attivisti Federica Gasbarro e Daniele Guadagnolo.

L'intervento di Greta Thunberg

Nella mattinata del 28 settembre, durante l'inaugurazione della due giorni Youth4Climate, c'è stato anche l'intervento di Greta Thunberg, l'attivista svedese le cui mobilitazioni nel 2018 hanno poi portato alla nascita del movimento internazionale Fridays for Future, che chiede da anni misure immediate per fermare l'immissione di CO2 ed altri gas serra nell'atmosfera. La concentrazione di CO2 nell'atmosfera sta infatti portando a un'alterazione molto rapida del clima mondiale, su cui da molti anni non vi sono più ragionevoli dubbi.

L'attivista svedese, dal palco della conferenza, ha criticato con forza i leader mondiali parlando di "promesse vane", sostenendo che i governi si stanno sforzando di mostrarsi impegnati nella riduzione delle emissioni, ma di essere in realtà inefficaci.

"Green economy: bla, bla, bla. Emissioni zero entro il 2050: bla, bla, bla", ha scandito Greta Thunberg dal palco, aggiungendo poi che "sentiamo dai nostri leader parole meravigliose, ma finora nessuna azione concreta e le nostre ambizioni annegano in promesse vane".

Presenti alla due giorni Youth4Climate anche i ministri italiani della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, e dell'Istruzione, Patrizio Bianchi. Qui sotto la foto in cui il ministro Cingolani si incontra con Greta Thunberg.

Giovedì 30 i giovani che hanno partecipato alla conferenza presenteranno il documento finale sul clima, in concomitanza con l'apertura della Pre-Cop26, evento preparatorio della Cop26 (che si terrà a Glasgow dal 31 ottobre al 12 novembre).

Giovedì mattina saranno presenti al Mico anche il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, ed il presidente del governo italiano, Mario Draghi. Interverranno da remoto il premier britannico, Boris Johnson, e il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres.

Pre-Cop26, in attesa della Cop26 di Glasgow

Lo Youth4Climate si concluderà la sera del 30 con il concerto Music4Climate: si esibiranno Nina Zilli, Daniele Silvestri, Michele Bravi, Andrea Appino, Martina Attili, AY Young, Federica Carta, Diego Mancino, Violante Placido, Greta Scarano, Selton, Wrongonyou.

I lavori della Pre-Cop26 proseguiranno i due giorni successivi, venerdì 1° ottobre e sabato 2. Parteciperanno i ministri dell'Ambiente di una cinquantina di Stati e rappresentanti dell'Onu e delle sue agenzie ambientali. I lavori si concluderanno sabato 2 ottobre, con una conferenza stampa del ministro Cingolani e del presidente britannico della Cop26, Alok Sharma.

"Mantenere le temperature entro 1,5 gradi"

"Dobbiamo mantenere l'aumento delle temperature entro 1,5 gradi - ha affermato il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani all'inizio della settimana milanese dedicata al clima -, ma bisogna farlo tenendo conto delle caratteristiche di ciascun paese, in modo diverso dall'uno all'altro. La finanza verde è uno strumento potente per creare sistemi più equi. Dobbiamo eliminare le disuguaglianze dal mondo".

Cingolani ha poi aggiunto, riferito ai giovani protagonisti dal 2018 di importanti mobilitazioni per il clima, con cortei e "scioperi per il clima" (l'ultimo si è svolto il 24 settembre): "va bene protestare, ma le proteste non devono durare per sempre. Poi bisogna essere propositivi, e per farlo bisogna studiare. Il diritto all'istruzione è fondamentale per i giovani. Spero che la Youth4Climate di Milano vada bene e porti tante idee alla Cop26".

Gli attivisti del movimento Fridays For Future sono rimasti fuori dalla zona della conferenza, ed hanno criticato il modo in cui sono state selezionate le persone che potevano entrare e prender parte ai lavori.