I video della enorme frana di fine 2020 in Norvegia

La grande frana del 30 dicembre ad Ask, cittadina situata a circa 25 chilometri a nord di Oslo, in Norvegia, passerà alla storia come una delle più grandi del Paese. I tentativi di salvataggio sono andati avanti per giorni.

avalancha Noruega
La frana ha creato una enorme voragine, che ha inghiottito una decine di casa ad Ask, Norvegia.

Lo scorso 30 dicembre rimarrà sicuramente nella mente dei norvegesi e di gran parte degli scandinavi. Un'enorme frana di fango misto a neve e acqua ha causato una enorme voragine nel terreno, devastando più di 21 ettari e distruggendo gran parte del villaggio di Ask, appartenente al comune di Gjerdrum, a 25 chilometri a nordest della capitale Oslo.

Ore dopo i media locali segnalavano che almeno 20 persone erano disperse e 10 risultavano ferite, alcune in gravi condizioni. Nel primo giorno del 2021, mancavano all'appello ancora 10 persone.

L'entità dell'evento è stata così grande che le forze svedesi sono intervenute in forze. Le immagini hanno mostrato chiaramente che un intero versante montuoso che circonda il villaggio è collassato ed ha distrutto le case seppellendole sotto uno strato di fango spesso e scuro.

Il 2 gennaio erano state identificate 6 vittime, ma si stava ancora lavorando per cercarne altre. Il 3 gennaio il bilancio veniva aggiornato a 7. Il 5 gennaio le autorità hanno informato che non ci sono più speranze di trovare in vita i tre dispersi ancora non ritrovati.

Il collasso di una montagna

Roy Alkvist, uno dei membri dei servizi di emergenza, ha indicato che una possibilità era che alcune persone potessero essere vive nelle sacche d'aria disponibili all'interno degli edifici sepolti dalla valanga. Le continue piogge e nevicate delle ultime settimane hanno contribuito a rendere instabile il terreno e ad innescare la tragedia.

La Norvegia meridionale è stata sotto l'influenza persistente di sistemi di bassa pressione che hanno prodotto alternativamente pioggia e neve, saturando il suolo.

La sequenza degli eventi, con il terreno altamente saturo e instabile, è iniziata con una frana che ha prodotto una voragine nel terreno, il cui contenuto è avanzato verso Ask. Sulla sua scia ha distrutto e seppellito tutto ciò che trovava sul suo cammino.

Il fianco di una montagna è letteralmente collassato. I primi calcoli hanno mostrato che l'area interessata era inizialmente di 350 metri per 800, e nella sua caduta ha inghiottito circa 10 case e ne ha distrutte almeno 31.

Alcune di queste case sono state spostate di oltre 400 metri. Persone, animali e proprietà sono scomparsi in pochi secondi. Erna Solberg, primo ministro norvegese, intervenuta sul posto, ha dichiarato che questa frana è stata "una delle più grandi" che il paese abbia mai conosciuto.

Un paese con frane molto frequenti

Alcuni vicini sono stati in grado di prevedere cosa sarebbe successo pochi minuti prima e sono riusciti ad allontanarsi dalla zona per evitare una morte quasi certa. I norvegesi sono un popolo abituato ad affrontare le frane e le valanghe, a causa del terreno irregolare e della quantità di neve che cade ogni anno.

Alcuni sopravvissuti sono rimasti senza casa e più di mille persone sono state evacuate. Ci sono stati inoltre nuovi crolli e la possibilità di nuovi eventi franosi è alta.