19 gennaio, caldo record sull'Italia: ecco cosa accadde nel 2007

Il 19 gennaio del 2007 si verificò un evento di caldo record nel Nord Italia, con temperature massime estive. Ecco cosa accadde.

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 19 Gen 2019 - 04:27 UTC
torino-caldo-record
Il gennaio del 2007 fu un mese di caldo anomalo al Nord Italia

Il gennaio del 2007 fu particolarmente caldo in Italia. Nell'Italia del nord le temperature massime raggiunsero valori praticamente estivi: in provincia di Cuneo ad esempio vennero toccati i 29°C. Era un venerdì, ed in molte località del Nord si respirava un'atmosfera di tarda primavera. A Torino vennero raggiunti i 27°C, ad Aosta si registrarono 22°C ed anche nelle vallate alpine del Piemonte le massime superarono abbondantemente i 25°C. Fece caldo anche in Emilia ed in Lombardia: a Milano vennero superati i 20°C. Sui giornali l'allarme degli agricoltori, con fioriture anticipate come fosse aprile. Il gennaio del 2007 stracciò tutti i precedenti record di caldo da quando esistono misurazioni. Quest'evento meteo estremo arrivava peraltro dopo un avvio di inverno davvero anomalo, senza praticamente neve sull'Appennino e con temperature sopra la media stagionale.

Cosa era successo?

L'evento meteo del 19 gennaio 2007 era legato alla tempesta Kyrill, una violenta depressione che fra il 15 e il 19 gennaio 2007 transitò sull'Europa settentrionale, richiamando sul Sud Europa correnti anticicloniche molto calde. Si generò una situazione di forte differenza barica fra il versante italiano delle Alpi e quello settentrionale, che scatenò il conosciuto effetto Fohn. Venti secchi e molto caldi discesero dai versanti meridionali delle Alpi, portando l'estate in Piemonte ed altre regioni del Nord. Conosciuto anche come Favonio, questo evento meteo si verifica soprattutto in Pianura padana e nelle vallate alpine. Essendo un vento molto secco, oltre che caldo, aumenta fortemente il rischio incendi. L'effetto più noto però è proprio il fortissimo aumento delle temperature, che nei mesi invernali crea una situazione surreale.

Insomma, l'evento meteo del 19 gennaio 2007 resterà nella storia per aver causato una delle anomalie di caldo più importanti della storia meteorologica d'Italia, almeno da quando esistono rilevazioni. E pensare che proprio in quei giorni, ventidue anni prima, si era verificata la nevicata del secolo nel Nord Italia.

E oggi? Come siamo messi?

Il 19 gennaio del 2019 è un sabato di tempo instabile su parte dell'Italia, con piogge e tempo coperto (non al Nord, dove in generale è un mese ormai che non piove), ma senza particolari eventi meteo. Gli occhi sono tutti puntati sull'inizio della settimana prossima, perché sono in atto grandi manovre che potrebbero portare sull'Italia un importante evento invernale, con neve e freddo. Domani pubblicheremo un aggiornamento a riguardo, perché i modelli sono ancora incerti. Grane attesa anche per sapere se all'alba del 21 gennaio sarà possibile ammirare l'eclissi di Luna: al momento sembra che le nuvole renderanno l'osservazione un po' difficile, ma mai disperare!

Pubblicità