L’estate italiana regge aspettando Helene

Circolazione generale ancora di stampo estivo sull’Italia, qualche temporale tra oggi e venerdì poi nuova rimonta anticiclonica africana. Intanto l’uragano Helene punta verso nordest...

Marco Virgilio Marco Virgilio 13 Set 2018 - 05:40 UTC
METEO WEEKEND
Prevalenza di sole e temperature prossime ai 30 gradi su gran parte d'Italia nel week-end (foto Ivo Pecile)

Tra giovedì e venerdì due fattori condizioneranno in parte il tempo atmosferico sull’Italia: una depressione con minimi tra la Sardegna ed il Medio Tirreno e una saccatura destinata a lambire il nord Italia. Questi due elementi favoriranno un temporaneo incremento dell’instabilità sul nord e tra la Sardegna, il Medio e Basso Tirreno fino a coinvolgere in modo più blando le coste tirreniche e l’immediato entroterra.

Già venerdì, ma soprattutto nel week-end, l’evoluzione circolatoria prevede una rimonta rapida di un vasto anticiclone con radici africane, una configurazione che determinerà tempo generalmente più stabile sabato e domenica. Prevalente bel tempo ma con la possibilità di qualche piovasco pomeridiano in prossimità delle zone montuose alpine ed appenniniche, legato all’escursione termica diurna e alla presenza di umidità sia nei bassi strati che in quota.

L'uragano "Helene" verso l'Europa

Nel frattempo l'uragano battezzato con il nome di "Helene", ora nel cuore dell’Oceano Atlantico, invece che seguire la strada verso i Caraibi e il sud degli Stati Uniti, tra venerdì e sabato piegherà verso nordest puntando prima le isole Azzorre e poi le Isole Britanniche. Si indebolirà progressivamente scendendo al rango di tempesta tropicale, capace comunque di scatenare su Irlanda ed Inghilterra venti fino a 120 km/h e forti piogge. Ma di questo parleremo più approfonditamente nei prossimi giorni.

EVOLUZIONE METEO
Carta con in evidenza dell'anticiclone africano sui mari italiani e la tempesta tropicale Helene in prossimità delle isole Azzorre

Tendenza a breve termine

Giovedì 13 condizioni favorevoli a rovesci e temporali sparsi sulla Sardegna, sulle zone costiere tra Lazio e Campania, sul Piemonte e sulle Alpi centroccidentali. Sul resto del territorio bel tempo e clima caldo. Venerdì una contenuta instabilità si sposterà sulla Sicilia, su Calabria e Puglia mentre rovesci sparsi e qualche temporale interesserà ancora il nord e le zone appenniniche del centro. Le temperature caleranno solo lievemente e temporaneamente ma in molte aree del paese le massime saranno comunque prossime ai 30 gradi.

Il tempo del week-end

SABATO al nord cielo tra poco nuvoloso e parzialmente nuvoloso con schiarite più ampie sull’estremo nordest dopo qualche residuo piovasco possibile su pianura veneta e Venezia Giulia al primo mattino. Nel pomeriggio non escluso qualche locale rovescio sulle Alpi, sull’Appennino ligure, meno probabile altrove. Al centro e al sud bel tempo salvo rari rovesci pomeridiani sulle zone appenniniche. Solo tra Calabria e Sicilia sarà possibile qualche fenomeno pomeridiano in più. Temperature massime comprese tra i 28 e i 30 gradi al centronord, punte fino a 32/34 al sud, sulla Sicilia e sud Sardegna.

DOMENICA Inizialmente soleggiato su tutto il centrosud, a tratti variabile al nord, specie tra Piemonte e Lombardia. Nel pomeriggio probabile un po’ d’instabilità ad evoluzione diurna sulle Alpi, forse localmente su qualche zone della pianura Padana centroccidentale e lungo la dorsale appenninica. Temperatura senza variazioni di rilievo su valori sempre pienamente estivi.

METEO WEEKEND
Tempo prevalentemente soleggiato sia sabato che domenica con qualche rovescio ad evoluzione diurna

Evoluzione successiva: sole e caldo ma depressione tirrenica da mercoledì 19

Lunedì alta pressione in grande spolvero dai mari italiani fino all’Ucraina mentre tra la Spagna ed il Golfo del Leone il campo di pressione assumerà una curvatura depressionaria in quota. Sull’Italia fino a martedì insisteranno condizioni di prevalente bel tempo con temperature più alte della media del periodo. Tuttavia, un cedimento del campo di pressione è in vista per il settore tirrenico da mercoledì 19. Questa depressione riaccenderà l’instabilità sulle isole maggiori e a tratti sui territori affacciati su Medio e Basso Tirreno. Sulle altre regione persisteranno invece condizioni di tempo estivo con temperature sempre comprese tra 29 e 32 gradi in pianura Padana, Toscana, Puglia e Calabria.

Pubblicità