Che impatto possono avere sul clima le grandi eruzioni vulcaniche?

Alcune eruzioni vulcaniche possono avere un'influenza sul comportamento della temperatura globale. In questo articolo tu spieghiamo che condizioni devono verificarsi perché questo accada.

Enzo Campetella Enzo Campetella Natalia Cristiano 09 Giu 2018 - 03:31 UTC
eruzione-vulcano
Le eruzioni vulcaniche hanno un forte impatto sulla temperatura del pianeta

Nelle ultime settimane la terra è stata colpita da eruzioni importanti come quelle del vulcano Kilauea alle Hawaii o del vulcano de fuego in Guatemala. È importante ricordare che queste eruzioni sono proprie dello sviluppo del nostro pianeta, della dinamica interna delle placche tettoniche. Oltre alla loro spettacolarità, il loro impatto è minimo a scala globale e raggiungono superfici relativamente vicine.

Alcune eruzioni vulcaniche possono interferire nel processo d'entrata della radiazione solare nell'atmosfera terrestre. Ma per essere un processo di portata globale, queste eruzioni vulcaniche devono essere particolarmente importanti, ed iniettare materiale nel secondo strato dell'atmosfera, la stratosfera.

Le eruzioni che hanno raffreddato il pianeta

Alcune eruzioni sono passate alla storia per la loro grandezza e per gli effetti sul nostro pianeta. Nel 1815, l'eruzione del vulcano Tambora, in Indonesia, fu una delle più grandi degli ultimi 1500 anni. Fu così grande la quantità di materiale che inietto nell'atmosfera, che passò alla storia come l'anno senza estate, dovuto al raffreddamento che provocò.

Le gelate primaverili di quell'anno associate al raffreddamento temporaneo dovuto a quest'eruzione, provocarono gravi perdite nei raccolti. Si conosce infatti anche come l'anno della carestia, dovuta alla perdita della produzione di alimenti.

Ci sono altri vulcani che hanno provocato raffreddamenti temporanei. Nel 1784 il vulcano Laki (Indonesia) eruttò per 8 mesi e provocò un raffreddamento medio di 1° C in tutto l'emisfero nord. Più recentemente, l'eruzione del vulcano Pinatubo (Filippine), nel 1991, portò ad un raffreddamento di 0,6° C nell'emisfero boreale.

Quali sono gli effetti generati dalle eruzioni vulcaniche

La maggior parte delle emissioni dei vulcani sono composte da gas e ceneri. Il gas principale è di solito il diossido di zolfo, che nell'atmosfera si mischia con il vapore acqueo.

Questo processo provoca la formazione di particelle che agiscono come specchi, riflettendo la luce solare verso lo spazio ed evitando che arrivi alla superficie e riscaldi l'aria sovrastante.

Come risultato finale questo processo genera un raffreddamento dell'aria. Ovviamente, affinché questo accada, è necessario che si verifichino eruzioni molto grandi. Pertanto, come conclusione finale, si può affermare che la maggior parte delle eruzioni vulcaniche provocano solo cambiamenti locali e non cambiamenti climatici a scala globale.

Pubblicità