Ottobre, in Italia è il mese delle alluvioni: come sarà il prossimo?

In Italia il mese di ottobre è segnato da anni da fenomeni meteorologici violenti con alluvioni ed eventi franosi. Ricordiamone alcuni. Poi cercheremo di rispondere alla domanda: "come sarà l'ottobre del 2019?".

Lorenzo Pasqualini Lorenzo Pasqualini 29 Set 2019 - 07:25 UTC
alluvione-italia
Italia, il mese di ottobre è stato segnato negli ultimi anni da alluvioni e eventi franosi con vittime e pesanti danni.

Negli ultimi anni, in Italia, nel mese di ottobre si sono verificati numerosi disastri legati al maltempo ed alla cementificazione del territorio. Alluvioni, frane, inondazioni lampo. Le cause?

Piogge abbondanti che cadono per giorni su uno stesso bacino idrografico, temporali violentissimi che in poche ore scaricano al suolo la pioggia che normalmente cade nell’arco di mesi, ma anche l’elevata cementificazione del territorio, con un tasso di consumo del suolo che aumenta ogni anno, la mancanza di misure strutturali di prevenzione e di mitigazione del rischio idrogeologico, nonostante le mappe del rischio inondazione e rischio frana siano ormai da anni obbligatorie.

Le alluvioni di ottobre in Italia

Nel 2009, il mese di ottobre iniziò con un disastro in provincia di Messina, con le colate di fango e detrito nei comuni di Giampilieri, Scaletta Zanclea ed altre località della costa nord-orientale della Sicilia.

1 ottobre 2009, il disastro a Giampilieri e Scaletta Zanclea

Si verificarono colate rapide di fango che invasero parte dei centri abitati e causarono il crollo di diversi edifici. Ci furono 37 morti, quasi cento feriti, 6 dispersi e gravi danni nei centri di Scaletta Marina, nel comune di Scaletta Zanclea, Giampilieri Superiore, Giampilieri Marina, Altolia, Molino, Santo Stefano di Briga, Briga Superiore e Pezzolo.

Ottobre 2010 e 2011, Liguria e Alta Toscana

Il 4 ottobre del 2010, a seguito di precipitazioni molto violente, con picchi di oltre 400 mm, l'alluvione investiva la Liguria: Genova, Sestri Ponente, Varazze e Cogoleto i centri più colpiti. Il giorno dopo l’alluvione colpì anche la provincia di Prato, in Toscana: ci furono 3 vittime.

Un anno dopo, il 25 ottobre del 2011, saranno 13 le vittime dell’alluvione nello Spezzino e nella Lunigiana. Pesanti danni anche nelle Cinque Terre, invase da fiumi di fango.

Il 9 ed il 10 ottobre del 2014 è ancora la Liguria ad essere colpita dall’alluvione, con una nuova alluvione a Genova: 1 vittima e pesanti danni in città.

L’anno dopo è ancora una volta il mese di ottobre a riservare per l’Italia fenomeni meteo estremi e conseguenti disastri. Il 15 ottobre del 2015 viene colpita Benevento: si conteranno 2 vittime e danni per oltre cento milioni di euro.

Ottobre 2000, l'alluvione in Piemonte e Val d'Aosta

Fra il 13 ed il 16 ottobre del 2000, il Piemonte viene colpito da una delle peggiori alluvioni degli ultimi decenni, insieme a quella del 1994 e del 2016. Particolarmente colpite le zone settentrionali della regione, fra la Val Susa e la Val d’Ossola. Alluvionata anche la Valle d’Aosta. Decine di corsi d’acqua esondati, fra cui anche il Po ed il Tanaro e tantissime frane. Una situazione generalizzata di dissesto idrogeologico che lasciò 23 morti.

Ottobre del 2018, un disastro dopo l'altro

E poi arriviamo al mese di ottobre del 2018, un anno fa. Si era aperto con situazioni di pesante maltempo al Sud ed in Sardegna: tre vittime in Calabria, una vittima in Sardegna.

Poi, nella parte finale del mese, uno degli eventi meteo che più verrà ricordato nei bollettini meteorologici. Una ondata di maltempo eccezionale che causerà danni enormi da Nord a Sud, per mareggiate, esondazioni, frane, smottamenti e vento fortissimo.

La tempesta Vaia: 41.000 ettari di foreste devastate

A Venezia si verifica l’acqua alta più importante degli ultimi 10 anni ed una delle maggiori degli ultimi decenni, mentre tutto il Nord-est viene colpito dalla tempesta Vaia, che porterà 8 morti e danni enormi in Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Il vento fortissimo porta all'abbattimento di decine di migliaia di ettari di foreste alpine.

Come sarà il mese di ottobre del 2019?

Difficile sapere in anticipo come sarà ottobre: abbiamo visto cosa dicono i modelli stagionali, ne abbiamo parlato qui. Al momento sembra delinearsi una prima perturbazione ottobrina proprio all'inizio del mese, con abbassamento delle temperature e temporali in molte regioni d'Italia. Domani ce ne occuperemo con un previsionale.

Pubblicità