Macchine sepolte dalla neve in Austria, i video sono impressionanti

Nelle ultime ore sono diventati virali i video di macchine letteralmente sepolte da metri di neve in Austria. Sono 15 giorni che Austria e Germania sono immerse nell'evento nevoso "del secolo".

Juan José Villena Juan José Villena Lorenzo Pasqualini 15 Gen 2019 - 15:14 UTC

Dopo due settimane di ambiente gelido e nevicate straordinarie, oggi finalmente è tornata la tranquillità meteorologica in Austria e Germania. Il cielo è tornato sereno, ma molte strade e città restano sepolte sotto la neve: in certe zone la neve arriva ai 2 metri di spessore. Continua ad essere usato il termine ‘schnee-chaos’ (caos di neve), o "nevicata del secolo" per la super nevicata di inizio 2019.

Alcuni tetti sopportano fino a varie tonnellate di neve, altri no, e per questo una delle raccomandazioni principali di questi giorni è pulire i tetti dagli accumuli eccessivi. Gli incidenti, le valanghe ed il vento hanno già causato 26 morti in Europa. La situazione più critica si sta vivendo negli stati austriaci del Tirol e Salisburgo. Lì è ancora attivo dal 4 gennaio il massimo livello di allerta, per valanghe e slavine. Ancora ieri circa diciassettemila persone restavano isolate. Oggi le strade stanno tornando ad essere transitabili.

Secondo quanto riportato dal giornale tedesco Bild, l'officiale esperto in disastri, Michael Schickhofer, considera che questa operazione di protezione civile è la "più importante da Cernobyl". Le autorità tedesche ed austriache hanno solo due giorni di tempo per ripristinare le comunicazioni. Da giovedì una massa di aria polare si estenderà per tutta l'Europa lasciando ancora nevicate estese.

Pubblicità