ilmeteo.net

Torna la Settimana del Pianeta Terra: alla scoperta delle Geoscienze

Torna ad ottobre la Settimana del Pianeta Terra, arrivata quest'anno alla 9° edizione, un festival della divulgazione scientifica ed in particolare geologica. Ecco come informarsi sui "geoeventi" organizzati in tutta Italia.

In Italia sono presenti molti spunti per la conoscenza delle Geoscienze, visto il ricchissimo patrimonio geologico del territorio. Nella foto, una eruzione dell'Etna.

Tutto pronto anche in questo 2021 per la IX edizione della “Settimana del Pianeta Terra”, che dal 3 al 10 ottobre coinvolgerà il pubblico di tutta Italia alla scoperta interattiva delle Geoscienze. La "Settimana del Pianeta Terra" è un Festival di divulgazione scientifica che si svolge in tutto il territorio italiano, e che si tiene dal 2012. Nel corso di questi nove anni è diventato il principale appuntamento delle nostre Geoscienze.

La Settimana del Pianeta Terra 2021 si terrà dal 3 al 10 ottobre in molti punti dell'Italia. Sono decine i "geoeventi" organizzati. Alcuni saranno online.

Le Geoscienze sono nella nostra quotidianità e rivestono un ruolo strategico per lo sviluppo sostenibile a livello economico, sociale e ambientale del nostro Paese: riguardano risorse idriche, minerarie, energie, dinamica fluviale e costiera, protezione dai rischi geologici e idrogeologici, sismico e vulcanico, sicurezza ambientale e salute umana.

Conoscere il patrimonio geologico dell'Italia

La Settimana del Pianeta Terra vuole far conoscere al grande pubblico le Geoscienze attraverso lo straordinario patrimonio geologico, ambientale, naturalistico e culturale del nostro Paese. Sia quello più spettacolare che quello meno conosciuto, ma non meno affascinante: quello che abbiamo la fortuna di avere proprio a due passi da casa.

La locandina della 9°edizione della Settimana del Pianeta Terra, dal 3 al 10 ottobre 2021.

Una delle idee cardine dell'evento diffuso è diffondere il rispetto per l'ambiente, la cura per il territorio e la consapevolezza dei rischi a cui siamo esposti: perché una società più informata è una società più coinvolta.

I Geoeventi

Sono davvero molti i geoeventi che verranno organizzati anche quest'anno in tutta Italia. Si possono avere informazioni dettagliate nella pagina ufficiale dell'evento.I geoeventi vengono indicati su una carta geologica d'Italia, consultabile qui.

Sono decine gli eventi di divulgazione geologica che si terranno in tutte le regioni italiane. Qui sotto riportiamo gli eventi organizzati dall'INGV, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

I geoeventi organizzati dall'INGV

Nel Museo Geofisico di Duronia (Campobasso) una gara a squadre lungo un percorso-storytelling che metterà alla prova intuito e prontezza in caso di terremoto, frane o alluvioni.
I giocatori dovranno avere spirito di osservazione e valutare di volta in volta cosa fare in situazioni di rischio e pericolo, cercando di prevedere le conseguenze. Organizzato dall’INGV e dal Comune di Duronia, l'appuntamento è al Museo Geofisico di Duronia.

Le ricercatrici dell’Osservatorio Vesuviano dell'INGV, nell'ambito del Coordinamento Napoletano Donne nella Scienza, propongono a Napoli una suggestiva escursione lungo la Collina di Posillipo, dalla Grotta di Seiano al Parco Archeologico di Pausilypon, alla scoperta della struttura vulcanica dell'area e della presenza dell'uomo dall'età romana ad oggi.

L'INGV propone anche un coinvolgente gioco online che metterà alla prova le capacità di sopravvivenza delle squadre partecipanti in caso di terremoto, tsunami, frana e alluvione. I ragazzi dovranno attingere alle conoscenze sui rischi naturali per aiutare Salvina a superare illesa tutti i pericoli.

Altro appuntamento con l'Osservatorio Vesuviano dell'INGV al Parco archeologico di Ercolano (Napoli). Dopo un seminario multidisciplinare sulla storia del Vesuvio, seguirà il trekking negli Scavi di Ercolano, con stop presso le sezioni vulcanologiche, che documentano spessore e tipologia dei depositi vulcanici, e nelle domus, che ci restituiscono frammenti di vita romana.

Per avere informazioni sugli orari si può visitare la pagina ufficiale dell'Istituto di Geofisica e Vulcanologia.