Il cambiamento climatico aggraverà le grandi alluvioni

Le alluvioni in molte zone della Terra causano perdite umane e gravi danni economici. Dietro tutto questo c'è la mano dell'uomo. Ecco le conseguenze che possiamo subire.

Fernando Llorente Fernando Llorente Lorenzo Pasqualini 17 Ago 2019 - 07:00 UTC
Inundaciones monzónicas en el sudeste asiático en el verano de 2019.
Alluvioni del monsone nel sud-est asiatico nell'estate del 2019. Fuente: AFP.

In questo 2019 potremmo fare una lista interminabile con le regioni del mondo dove si stanno registrando precipitazioni molto intense, sia per durata che per intensità. Le piogge torrenziali si sono estese a tutte la latitudini.

All'inizio della primavera sono stati gli Stati Uniti e l'Iran a soffrirne gli effetti, alla fine di questa stagione l'Argentina, poi più recentemente il sud dell'Asia, il Vietnam, il Pakistan, l'India. Le perdite umane ed economiche sono molto gravi.

Stati Uniti spaccati in due

Le storiche alluvioni che hanno colpito questo paese nella primavera del 2019 sono arrivate a "spezzarlo" in due in un'area di centinaia di chilometri, per l'esondazione di grandi fiumi come il Mississippi, il Misuri, l'Arkansas.

Il cambiamento climatico causato dalle attività umane sembra essere la causa di queste situazioni, perché sta intensificando gli episodi piovosi più forti. Più del 70% della superficie del nostro pianeta è coperta di acqua: man mano che lo riscaldiamo aumenta l'evaporazione dagli oceani, dai laghi e dal suolo. Questo fa sì che nell'atmosfera ci sia più vapore acqueo, pronto per trasformarsi in forti piogge quando le condizioni climatiche lo permettono.

Alluvioni improvvise o graduali

Possiamo classificare una alluvione come improvvisa (lampo) o graduale (progressiva): la principale differenza fra le due è la forza della corrente o l'energia liberata. Le inondazioni improvvise si verificano in generale nei bacini idrografici con forte pendenza. Sono causate da piogge molto intense. Possono svilupparsi nel giro di minuti o ore, a seconda dell'intensità e della durata della pioggia, secondo la topografia, le condizioni del suolo e la copertura di vegetazione.

Questo tipo di alluvioni può trascinare grandi rocce, abbattere alberi, distruggere edifici o altre strutture e creare nuovi canali di deflusso. I resti lasciati dall'alluvione lampo possono accumularsi e creare ostruzioni, restringendo il flusso e provocando ulteriori inondazioni a monte ed altre pericolose inondazioni a valle quando il tappo si libera.

Ciudad de Hamburgo, en el estado norteamericano de Iowa, el 20 de marzo de 2019.
Città di Hamburgo, nello stato statunitense dello Iowa, il 20 marzo del 2019. Fuente: La Opinión, Scott Olson.

Le alluvioni lente o progressive, si verificano su terreni pianeggianti e vicini al fiume. Molte di queste sono parte del normale comportamento dei fiume, quindi del loro regime idrico: nei mesi con maggior precipitazioni è normale che aumenti la portata di questi corsi d'acqua con conseguente inondazione dei terreni vicini agli argini.

Considerazioni finali

Diversi studi realizzati negli U.S.A. dimostrano che le alluvioni si verificano maggiormente nei mesi più piovosi. Dal 1950 ad oggi, il giorno più piovoso dell'anno è diventato ancora più piovoso nel 79% degli osservatori analizzati, sia in zone umide che in zone secche. Inoltre, gli acquazzoni stanno avvenendo con sempre maggior frequenza, soprattutto in questo secolo.

Man mano che il clima si andrà riscaldando, questi episodi più forti andranno intensificandosi, con estensione delle alluvioni anche in zone meno proclivi a questo tipo di disastri.

Ancora continuiamo a negare l'evidenza della responsabilità umana negli ultimi grandi disastri? Riusciremo ad evitare in tempo che, man mano che aumenterà la temperatura della Terra, aumentino anche questo tipo di disastri? Che ognuno tiri le proprie conclusioni - e conseguenze-.

Pubblicità