ilmeteo.net

Fulmini insoliti nell'Artico, meteorologi sorpresi: evento molto raro

I meteorologi sono stati sorpresi la scorsa settimana da un'ondata di fulmini nella regione artica, un fenomeno che si verifica solo una o due volte ogni decennio.

sea ice
I fulmini sul ghiaccio marino artico sono eventi rari, a causa delle temperature dell'aria relativamente fresche.

Tre temporali hanno scatenato, la scorsa settimana, migliaia di fulmini nelle regioni artiche della Siberia e nell'area a nord dell'Alaska, per un periodo di 24 ore: un raro evento climatico che gli scienziati ritengono che diventerà più comune in futuro.

L'aria sopra l'Oceano Artico normalmente non ha abbastanza calore convettivo necessario per generare temporali, ma un raro impulso di calore ha attraversato il versante settentrionale dell'Alaska il 12 luglio. Il National Weather Service statunitense ha riportato tra 100 e 200 fulmini nella regione ed i meteorologi hanno mostrato una forte sorpresa per l'avvenimento. "I meteorologi non avevano mai visto nulla di simile prima", ha affermato Ed Plumb, un meteorologo del National Weather Service a Fairbanks, dopo l'evento.

Cosa ha causato i temporali artici?

Sebbene i temporali si verifichino spesso in Alaska, dove a volte causano anche incendi, è estremamente raro che si sviluppino così al nord come la scorsa settimana. I fulmini sono stati registrati direttamente sul ghiaccio marino a nord di Prudhoe Bay, sulla costa settentrionale dell'Alaska.

Il 12 luglio in quest'area le temperature hanno toccato i 23°C. Tempeste simili sono state registrate sul mare dei Ciukci, a est della Russia e della Siberia, il giorno successivo. Un calo termico sulla Siberia orientale ha contribuito ad alimentare le tempeste, con aria insolitamente calda che si alzava e si espandeva, determinando un gradiente di pressione che attirava aria da tutte le direzioni.

Allo stesso tempo, il flusso d'aria divergente ad alta quota sulla regione artica ha incoraggiato la formazione di sacche d'aria in superficie, creando le condizioni perfette per la formazione di temporali.

Gli scienziati stimano che temporali come questi si verificano una volta ogni 5-10 anni nella regione artica, il che rende estremamente rari questi episodi. Tuttavia, numerosi studi indicano che i fulmini artici diventeranno più comuni man mano che gli effetti del cambiamento climatico si faranno sentire.

Aumento globale dei fulmini

Una situazione simile si verifica nel resto del mondo: uno studio sulla rivista Atmospheric Chemistry and Physics indica che la frequenza dei fulmini in India potrebbe aumentare del 10 – 25% entro la fine del secolo.

lightning
I fulmini diventeranno uno spettacolo più comune in molti paesi nel corso di questo secolo.

I fulmini sono già una minaccia mortale in India, con 1.697 persone uccise tra aprile 2020 e marzo 2021. Nello stesso periodo sono stati registrati 18,5 milioni di fulmini in tutto il paese, secondo la Lightning Resilient India Campaign (LRIC).

Uno studio precedente negli Stati Uniti ha rilevato che un aumento di 1°C aumenterebbe la frequenza dei fulmini del 12%. Pertanto, la minaccia dei fulmini sembra destinata a diventare un problema sempre più globale poiché il nostro clima, con un generale riscaldamento, crea condizioni più favorevoli per la formazione di temporali.