Cos'è una tromba marina? Come si forma?

Le trombe marine sono ben note sulle nostre coste. La facilità con cui generano venti da uragano e la loro difficile previsione li rende uno dei fenomeni meteorologici più sorprendenti. Qui parliamo di questo peculiare fenomeno e delle sue caratteristiche.

tromba-marina
Ecco le caratteristiche principali di una tromba marina.

Una tromba marina è un potente turbine di vento che si sviluppa su un'ampia superficie d'acqua, che può essere il mare o un lago. Generalmente è il nome dato a un tornado che si muove sull'acqua e, quindi, condivide quasi tutte le caratteristiche dell'omologo terrestre (la tromba d'aria).

Le trombe marine possono arrivare sulla terraferma e trasformarsi in tornado o viceversa. Le trombe marine sono generalmente costituite da una nuvola ad imbuto che emerge dalla base di un cumulonembo e raggiunge la superficie dell'acqua, dove i forti venti la sollevano e la polverizzano, formando una nuvola di goccioline d'acqua che ruota ad alta velocità.

Proprio come succede nei tornado, la circolazione dei venti in una tromba marina risponde a un equilibrio tra la forza centrifuga della sua circolazione e la bassa pressione presente al suo interno, che tende a far cadere l'aria verso il centro. Quando l'aria si avvicina all'asse di rotazione del vortice, accelera la sua velocità conservando il momento angolare.

Questo è facilmente comprensibile con l'esempio di un pattinatore che gira su se stesso con le braccia distese: se le contrae velocemente, trasferirà parte della sua massa in un punto più vicino all'asse di rotazione e la sua velocità di virata aumenterà, girando molto più rapidamente.

Le trombe marine vengono classificate in diversi tipi come i tornado. In generale vengono differenziate tra non supercellulari e supercellulari o mesocicloniche. Il primo tipo è il più comune ed è solitamente associato a tempeste convenzionali come accade con i tornado non mesociclonici (landspouts), tuttavia c'è una importante differenza rispetto ai tornado terrestri: la superficie dell'oceano non ha ostacoli e la sua temperatura costante facilita la convezione e la stabilità della circolazione di questi vortici.

Manga marina
Trombe marine nel mar Mediterraneo.

Le trombe marine sono, quindi, relativamente più frequenti delle loro controparti terrestri, i tornado non mesociclonici, specialmente gli esemplari più deboli. Inoltre, possono essere associate a piccole nubi convettive e correnti che difficilmente potrebbero generare un tornado a terra, quindi non è raro vedere trombe marine scendere da cumuli di medie dimensioni e generare piccoli vortici, con venti di poco più di 70 km/h. Si dissipano rapidamente quando interagiscono con la terra, ciononostante non sono da sottovalutare, perché i casi associati a forti temporali possono raggiungere velocità più elevate, tra i 180 e i 250 km/h e causare gravi danni se arrivano sulla terraferma.

Il secondo tipo, meno frequente, è quello delle trombe marine supercellulari. Condividono tutte le caratteristiche dei tornado supercellulari e rappresentano una minaccia molto maggiore sia per le barche che per le aree della costa, se la raggiungono. Come la maggior parte dei tornado supercellulari, tendono a durare di più e ad avere dimensioni maggiori. La velocità del vento può essere ben superiore a 200 km/h nei casi più gravi.

Trombe marine in Italia

In Italia le trombe marine sono molto frequenti e si avvistano spesso sulle coste del Mediterraneo. Le coste del mar Mediterraneo del resto sono un luogo perfetto per la formazione di questi fenomeni, specie in autunno, quando il mare si trova ad una temperatura più alta ed iniziano ad entrare nelle nostre aree i primi fronti di maltempo autunnale, che portano a eventi convettivi.

Uno degli ultimi eventi di questo tipo di cui abbiamo parlato su Meteored Italia è la tromba marina al largo di Salerno, nel settembre del 2020, e la serie di trombe marine sulla costa laziale nel maggio del 2020.

Questi fenomeni si verificano spesso sulle nostre cose. Andando indietro nel tempo, nel nostro sito, troviamo i video delle trombe marine al largo di Rimini (2018), o quelli delle trombe marine del 2019 al largo di Genova.