ilmeteo.net

Spazio, è stato scoperto un pianeta bebè: "è il più giovane"

Uno dei pianeti più giovani mai scoperti è stato scoperto intorno a una lontana stella bambina da un team internazionale di scienziati guidati dall'Università delle Hawaii a Mānoa.

Espaço
L'immagine della scoperta del pianeta 2M0437, distante dalla stella madre circa 100 volte la distanza Terra-Sole, è stata scattata con il telescopio Subaru a Maunakea.

Sono stati scoperti migliaia di pianeti attorno ad altre stelle, ma ciò che distingue questo dagli altri è che è di recente formazione e può essere osservato direttamente. Il pianeta, chiamato 2M0437b, riunisce una serie di oggetti che migliorano la nostra comprensione di come i pianeti si formano e cambiano nel tempo, aiutando a gettare nuova luce sulle origini del Sistema Solare e della Terra. L'approfondita ricerca è stata recentemente pubblicata dalla Royal Astronomical Society. I ricercatori stimano che il pianeta sia alcune volte più massiccio di Giove e che si sia formato con la sua stella diversi milioni di anni fa, nel periodo in cui le principali isole hawaiane sono emerse per la prima volta sopra l'oceano.

Il pianeta è così giovane che è ancora caldo per l'energia rilasciata durante la sua formazione, con una temperatura simile a quella della lava del vulcano Kīlauea.

Telescopi a Maunakea, elementi chiave della scoperta

Nel 2018, 2M0437b è stato avvistato per la prima volta con il Subaru Telescope presso Maunakea, dall'UH Astronomy Institute (IfA). Negli ultimi anni è stato studiato con attenzione attraverso l'utilizzo di altri telescopi.Eric Gaidos, professore del Dipartimento di Scienze della Terra presso UH Mānoa, e i suoi collaboratori hanno utilizzato l'Osservatorio Keck a Maunakea per monitorare la posizione della stella ospite mentre si muoveva nel cielo, confermando che il pianeta 2M0437b era davvero un compagno di stelle e non un oggetto più distante. Le osservazioni sono durate tre anni perché la stella si muove lentamente.

Il pianeta e la sua stella madre si incontrano in una "culla" stellare chiamata Taurus Cloud. 2M0437b si trova in un'orbita molto più ampia rispetto ai pianeti del Sistema Solare e la sua attuale separazione è circa cento volte la distanza Terra-Sole, rendendo più facile l'osservazione. Tuttavia, sono ancora necessarie ottiche sofisticate per compensare la distorsione dell'immagine causata dall'atmosfera terrestre.

Presto potrebbe essere possibile effettuare una ricerca più approfondita sul pianeta appena scoperto. "Osservazioni con telescopi spaziali come Hubble della NASA e il telescopio spaziale James Webb potrebbero identificare i gas nella sua atmosfera", ha concluso Gaidos, e quindi permetterci di avere ulteriori informazioni su questo giovanissimo pianeta.